Falconara: Un convegno per conoscere il mondo dei rom

30/11/-0001 -
Un libro di Sandro Costarelli , Rose Marie Callà e Sandra Talone dal titolo “Incontro con gli Zingari – Introduzione alla conoscenza dei Rom” edito da ISCOS Marche.



L’opera sarà presentata nel pomeriggio di venerdi’ 21 aprile presso la sala consiliare al Castello di Falconara in occasione del convegno dal titolo “Noi e i Rom“ organizzato dagli Assessorati all’Immigrazione e alle Politiche Sociali del Comune e dall’Osservatorio Sociale del Centro “Più“ di via Roma, 2 in collaborazione con ISCOS Marche Onlus.

La pubblicazione aiuta innanzitutto a comprendere contrapponendo le verità storiche assodate alle dicerie comuni non supportate da documenti e da tesi sostenibili in termini scientifici.
Si parla del mondo dei Rom, un orizzonte plurale di esistenze, di storie, di esodi. Gli zingari pur nelle varie differenze etno – antropologiche hanno un “ quid” che li accomuna.

Principi ed idealità consolidatisi nei tempi, ma che permeano l’essere zingaro.
A cominciare dalla libertà che caratterizza la filosofia di questo popolo che per secoli ha fatto dei flussi migratori, una regola di vita.
Giunti dall’India in Europa nel Quattrocento, i flussi migratori proseguirono poi verso Asia , Africa, Americhe ed Oceania.
Il senso di libertà a cui accennavamo si è tradotto per anni nel nomadismo quale scelta di vita. Il concetto patriarcale di famiglia i poteri degli anziani e il loro ruolo fondamentale all’interno dei nuclei familiari, l’essere uomo in contrapposizione all’essere donna nella divisione dei ruoli e nella gestione della famiglia e dell’economia, rappresentano gli altri tasselli che caratterizzano gli zingari nella loro totalità.
Dopo una panoramica generale sull’universo zingaro, il testo analizza altre tematiche connesse scendendo di più nello specifico.

L’introduzione generale alla cultura degli zingari funziona da “ apripista” per la trattazione di altre tematiche quali : “zingari ed educazione” , “zingari e scolarizzazione” , “zingari e sanità”, "le condizioni di vita dei minori”.
A queste tematiche, ne vanno aggiunte altre importanti per accrescere la conoscenza di un universo attorno al quale certi luoghi comuni hanno in certi casi “fatto pessima letteratura” dando visioni distorte della realtà.
Ci riferiamo alla religione, al lavoro , all’economia e a tutto ciò che costituisce rituali, valori e credenze.

La presentazione del libro è prevista all’interno di un convegno anch’esso organizzato dagli Assessorati alle Politiche Sociali e all’Immigrazione di Falconara e dall’Osservatorio Sociale del Centro “Più” di via Roma,2 Il convegno, pur prevedendo la partecipazione di illustri relatori, non sarà solo un momento di incontro per addetti ai lavori, ma considerando che a Falconara l’universo Rom costituisce una realtà fortemente cristallizzata nel tessuto sociale cittadino, si tratterà anche di un appuntamento per incontrarsi e scambiarsi esperienze nell’ottica di una volontà di crescita all’interno di un processo di integrazione e di condivisione. Nel corso del convegno oltre al libro, saranno illustrati da parte dell’Osservatorio Sociale del Centro “ Più” alcuni dati relativi all’indagine conoscitiva sulla presenza dei Rom a Falconara.
Previsti inoltre numerosi interventi da parte di qualificati relatori che affronteranno le maggiori tematiche legate alla sedentarizzazione dei cittadini Rom nella realtà territoriale locale.

In serata al termine del convegno al Palaliuti di Castelferretti è in programma il concerto dell’Alexian Group di Santino Spinelli.

Uno degli obiettivi principali del convegno – spiega l’Assessore all’Immigrazione Susanna Cimarelli – è l’integrazione che passa attraverso la conoscenza. A Falconara la situazione dei minori Rom sta cambiando. Il numero di minori che frequenta la scuola è sempre crescente e sta diminuendo il tasso degli abbandoni scolastici precoci.
Anche il processo di emancipazione delle donne Rom nel nostro territorio, è in una fase avanzata.
Numerose sono le donne entrate nelle cooperative sociali e che accettano qualunque lavoro pur di contribuire fattivamente ad aumentare il bilancio familiare.
Una situazione dinamica in costante movimento proiettata verso l’integrazione e la condivisione di esperienze di maturazione e di crescita comuni
”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 marzo 2006 - 1647 letture

In questo articolo si parla di