Valutazione dell'impatto ambientale sulle sponde dell'esino

30/11/-0001 -
Dando seguito agli accordi condivisi nell’apposita conferenza di servizi, i tecnici comunali hanno consegnato ieri mattina in Provincia l’integrazione richiesta per la valutazione di impatto ambientale, completando così l’iter amministrativo per dare il via libera agli ultimi interventi programmati per la sistemazione delle sponde del fiume Esino.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Non appena la Provincia rilascerà il relativo nulla osta si potrà procedere all’affidamento dei lavori che dovranno essere completati entro il corrente anno.
Gli interventi in questione riguardano i due ultimi tratti del fiume ricompresi nel territorio comunale: quello in zona Piandelmedico e l’altro, più complesso, in programma alla Roncaglia, all’altezza della briglia Enel.
A Piandelmedico verranno realizzati lavori di stabilizzazione di entrambe le sponde per fronteggiare i fenomeni di erosione: saranno pertanto rialzati gli argini che verranno ulteriormente consolidati con vegetazione ripariale in grado di ostacolare il cedimento di terra. Il tutto per un investimento di circa 160 mila euro.

Più articolati, come detto, i lavori alla Roncaglia dove l’obiettivo è quello di scongiurare nuove esondazioni all’altezza della briglia Enel: in questo caso si realizzerà un ampio argine sulla sponda sinistra discosto dal fiume, tale da permettere l’espansione delle acque di piena dell’Esino sul territorio, mantenendo, però, velocità ridotte e tali da non arrecare danno alle culture. Questo consentirà poi all’intera portata delle acque di defluire attraverso la briglia e non a lato della stessa come avviene ora.
Per quest’ultimo intervento si procederà anche all’esproprio di una porzione di terreno. I lavori in questione si aggirano intorno ai 400 mila euro. Entrambi i finanziamenti fanno parte del milione e 200 mila euro stanziati dalla Regione al Comune di Jesi quale ente attuatore degli interventi di sistemazione idraulico-ambientale del fiume, la parte restante dei quali sono stati già utilizzati per lavori in altri tratti dell’Esino.

“La positiva collaborazione instauratasi tra Comune e Provincia per giungere alla definitiva risoluzione di un problema che si trascinava da alcuni anni - ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici Rossana Montecchiani - permette oggi di guardare con fiducia al completamento di un’opera importante e rappresenta una strada maestra da seguire nell’approccio a questioni rilevanti che vedono coinvolti più enti pubblici”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 giugno 2006 - 1323 letture

In questo articolo si parla di





logoEV