Falconara: il Prc applaude la vittoria di Recanatini

30/11/-0001 -
L'Unione di Falconara vince il ballottaggio con la destra e si accinge a governare la nostra città.

dal Prc Falconara


Riccardo Recanatini ottiene il 64,57% dei consensi e diviene cosi, il nuovo sindaco di Falconara. Non era scontato e non è stato facile, ci siamo dovuti confrontare con l’individualismo interessato di alcuni nel primo turno e contro il populismo sfrenato di altri nel secondo, ma l’Unione dando prova di compattezza e assoluta autorevolezza è riuscita a vincere, e ora è pronta per affrontare le impegnative e stimolanti sfide del futuro.

Rifondazione Comunista conferma due presenza all’interno del Consiglio Comunale, anche qui, risultato non scontato se si tiene conto della diminuzione da trenta a venti del numero dei consiglieri, e dell’ingentissimo numero di errori constatati nel primo turno elettorale, siamo quindi il terzo partito della coalizione, un risultato che premia la coerenza, le battaglie e la scelta di aderire all’Unione portandosi dietro il proprio bagaglio di esperienze, culture, idee e contributi programmatici.

Ed è con questo bagaglio di idee e proposte che siamo pronti a contribuire all’amministrazione della nostra città. Il programma dell’Unione sarà per noi faro guida delle scelte, come lo saranno le parole d’ordine che ci siamo dati i questi mesi: trasparenza e partecipazione. Siamo certi che Riccardo Recanatini saprà portare un contributo determinante alla vera rinascita falconarese come siamo certi che tutti i partiti dell’Unione sapranno aiutarlo nel buono e sano amministrare, già quei partiti bistrattati, infangati, dileggiati, mostrati come pachidermici intralci al nuovo che avanza, quei partiti che invece hanno rappresentato un legame indispensabile con la città per il riproporsi da assoluta protagonista della parola democrazia.

Aria nuova in comune, già cambia il vento, oppure come davvero sembra più appropriato, ri-fischia il vento.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 giugno 2006 - 1370 letture

In questo articolo si parla di