Quantcast

Monsano: concluso primo stralcio alla biblioteca ex Fornace

3' di lettura 30/11/-0001 -
Si è concluso il primo stralcio dei lavori di ristrutturazione dell’ex Fornace di Moie, l’edificio cioè dove sorgerà la biblioteca multimediale: uno dei progetti più importanti e qualificanti della Giunta Carbini e un’esperienza culturale che si annuncia come una delle più innovative a livello regionale.

dal Comune di Monsano
www.comune.monsano.an.it


La prima parte dell’intervento ha riguardato la sistemazione della struttura, intanto è stata già bandita la gara di appalto per la sistemazione dell’area esterna con scadenza il prossimo 5 luglio. L’inizio dei nuovi lavori è previsto per la fine dell’estate con un impegno finanziario di 351 mila euro. Nel frattempo si stanno portando avanti le varie fasi di progettazione dell’interno con ulteriore previsione di risorse per circa 250 mila euro.

“Solo queste cifre danno un’idea dell’entità del progetto che potrà diventare uno dei fiori all’occhiello del nostro Comune – spiegano il sindaco Giancarlo Carbini e l’assessore ai Lavori pubblici Umberto Domizioli - un progetto che parte da molto lontano ma su cui è necessario lavorare e investire ancora molto. In questi giorni stiamo definendo tutte le attività necessarie per arrivare al fatidico giorno dell’inaugurazione, prevista nel corso del prossimo anno. Stiamo verificando se è possibile comprimere i tempi per tagliare il traguardo entro l’estate 2007 o se sarà necessario arrivare all’autunno”.

Il primo lotto ha riguardato la sistemazione della struttura mentre ora si procederà con quella esterna, con la realizzazione della zona adibita a parcheggi e dell’area di accesso. E’ previsto anche un camminamento che condurrà al parco verde retrostante che sarà di nuovo reso fruibile ai cittadini con un altro progetto che riqualificherà ulteriormente l’intera zona raccordandola con l’area del lago di pesca sportiva e l’adiacente splendido parco della Solidarietà. Il risultato sarà quindi un’area contornata di verde che prevederà la nuova biblioteca, la sede del Cis e delle sue società collegate, la delegazione del Comune e la sede dell’Unione dei Comuni.

Proseguiranno anche i lavori interni per la realizzazione di scaffalature e di mobili a misura, postazioni computer e sistema antitaccheggio. Il manufatto ristrutturato è un tipico esempio di mantenimento di un edificio di archeologia industriale. Mantenendo la struttura originaria, sono stati realizzati una serie di locali destinati a servizi per la collettività di Maiolati e di tutta la Vallesina.

Al piano terra sono previsti locali destinati al Gruppo di solidarietà ed alla struttura dell’Informagiovani. Il resto è dedicato ad una piccola sala riunione, ad un ufficio catalogazione ed un caffè letterario. Quest’ultimo avrà una funzione importante di promozione culturale, oltre alla funzione di relax e ristoro per i frequentatori dell’area della ex Fornace. Al primo piano con una superficie utile di 608 metri quadrati sarà situata la biblioteca realizzata con un sistema organizzativo all’avanguardia.

Oltre alla lettura a scaffale aperto sono previsti spazi per lettura di quotidiani e riviste specializzate, punti di ascolto musicali (con CD, video e riviste inerenti al settore), zona multimediale con pc collegati ad Internet.

E’ prevista inoltre un’area specifica per bambini e ragazzi e la possibilità di creare sala conferenze spostando gli scaffali che sono facilmente movibili e non fissi. E’ stato realizzato anche un soppalco con una superficie di 124 metri quadrati ad uso ufficio dirigenziale della struttura.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 giugno 2006 - 1172 letture

In questo articolo si parla di





logoEV