Quantcast

Belvedere: il Museo Internazionale dell'Immagine Postale prende vita

4' di lettura 30/11/-0001 -
Si è concluso il progetto Guide Turistiche a Belvedere Ostrense.
Il progetto, gestito dalla Pro Locol’Amministrazione Comunale e con il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, ha avuto inizio a gennaio e si è concluso giovedì 15 giugno con la consegna degli attestati alle nuove guide turistiche esperte delle attrazioni di Belvedere Ostrense.

da Davide Morresi
Proloco Belvedere Ostrense


Il progetto si è composto di bue fasi differenti.
La prima ha riguardato il corso di formazione al quale hanno partecipato 10 persone. I 10 partecipanti hanno seguito lezioni sia teoriche che pratiche su:

-elementi di filatelia: la storia delle Poste, il primo francobollo, evoluzione del sistema postale e della grafica filatelica, filatelia contemporanea;
-attrazioni architettoniche e storiche di Belvedere Ostrense: dalla storia del castello e dei suoi ampliamenti alle attrazioni architettoniche (Chiese – Parrocchiale di San Pietro Apostolo, Collegiata di Santa Maria, Santuario della Madonna del Sole –, ville e palazzi storici), dagli itinerari locali all’eno-gatronomia locale (in primis Lacrima di Morro d’Alba, Verdicchio dei Castelli di Jesi, olio locale e prodotti tipici agricoli e di allevamento);
-Museo Internazionale dell’Immagine Postale, unico al mondo, che contiene importanti schede e fotografie che percorrono lo sviluppo dell’immagine che le Poste hanno assunto nel corso degli anni, con immagini provenienti non solo dall’Italia ma anche da altre nazioni;
-comunicazione in pubblico: questo modulo formativo è fondamentale per riuscire a comunicare efficacemente le innumerevoli notizie apprese e per riuscire ad adattare le proprie spiegazioni ogni volta al pubblico che si ha davanti.

Tra i docenti spiccano nomi famosi del settore. Il prof. Paolo Negri, esperto filatelico, ha spiegato il sistema postale dalle sue origini fino ad oggi, dalla nascita della filatelia al collezionismo di oggi. Il prof. Virginio Villani, esperto di storia e co-autore di un libro storico su Belvedere Ostrense scritto nel 1999, ha affrontato la storia di Belvedere e lo sviluppo del castello, parlando anche delle opere d’arte presenti sul territorio. La Prof. Maria Cristiana Fioretti, direttrice del Museo Internazionale dell’Immagine Postale, ha guidato gli allievi per il museo analizzando a fondo ogni sezione presente in esso. Infine la Dott. Sanzia Milesi, guida professionista ed esperta di comunicazione, ha descritto le varie problematiche del parlare in pubblico ed in particolare nelle visite guidate di piccoli gruppi in un museo.

La seconda fase si identifica con la creazione di una dispensa di sintesi e l’organizzazione di eventi e di visite guidate del borgo medievale e del suo Museo. I ragazzi partecipanti al corso hanno ideato, prodotto una dispensa con i punti focali trattati durante le lezioni di circa 30 pagine. Le dispense sono state distribuite gratuitamente durante la prima manifestazione organizzata e verranno stampate in più copie nelle prossime settimane.

Domenica 21 maggio, in occasione della manifestazione Voler bene all’Italia, (promossa da Legambiente sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica con lo scopo di valorizzare i piccoli comuni) le neo-guide hanno infatti gestito visite guidate del paese e del Museo Internazionale dell’Immagine Postale.
Per tutto il pomeriggio vari gruppi di visitatori hanno così potuto conoscere storia, tradizioni e aneddoti legai alla vita del piccolo comune belvederese.

Inoltre sabato 3 giugno oltre 40 auto d’epoca hanno fatto tappa a Belvedere. I piloti e tuti gli accompagnatori sono stati accolti e guidati nel Museo. Molti di loro hanno espresso i propri complimenti lodando l’originalità dell’iniziativa e la bellezza di Belvedere Ostrense.

La Pro Loco, dopo aver concluso un progetto così impegnativo, promette di continuare il proprio impegno per la valorizzazione di Belvedere Ostrense. L’obiettivo ultimo e molto ambito è di riuscire ad inserire Belvedere Ostrense negli itinerari turistici dell’entroterra marchigiano.

Il Presidente Gualtiero Piaggesi: “Il primo passo è stato fatto. Da anni abbiamo in progetto di valorizzare il nostro borgo e il nostro Museo. Ora siamo riusciti ad iniziare un percorso che speriamo continui a lungo, anche grazie alle nuove guide turistiche, giovani belvederesi pieni di iniziativa e capacità. Se il primo traguardo è stato raggiunto è anche grazie al loro impegno”.
Le prossime visite guidate saranno organizzate in occasione delle due più grandi manifestazioni belvederesi: la Festa della Sangria (21, 22 e 23 luglio) e i Vecchi Sapori d’Autunno (17, 18 e 19 novembre).

Ma già sono in ideazione nuove iniziative volte a coinvolgere i turisti estivi che affollano le località turistiche per tutta l’estate.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 giugno 2006 - 1342 letture

In questo articolo si parla di





logoEV