Raccolte 5 tonnellate di carta dagli studenti

30/11/-0001 -
Oltre 5 tonnellate di carta sono state raccolte dagli studenti di Jesi nell’ambito dell’iniziativa di sensibilizzazione sull’importanza del riciclo dei rifiuti promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con i quattro Istituti comprensivi della città.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Un quantitativo rilevante che dimostra l’attenzione di insegnanti ed alunni per questo progetto che, nel suo piccolo, ha contribuito a ridurre il quantitativo dei rifiuti portati in discarica, con vantaggi in termini ambientali ed economici.

La raccolta della carta, coordinata dalla società comunale Jesiservizi, si è sviluppata attraverso la messa a disposizione degli Istituti comprensivi di appositi contenitori che la stessa Jesiservizi ha provveduto a svuotare periodicamente, riconoscendo alle scuole i bollini per la raccolta punti attivata da alcuni mesi al Centro per l’Ambiente del campo Boario. I premi, consistenti in buoni spesa da utilizzare alla Coop, permetteranno agli Istituti comprensivi di acquistare materiale didattico o comunque prodotti a servizio delle rispettive scuole.

Ringrazio i rappresentanti degli Istituti comprensivi - ha sottolineato l’assessore Balestra - per l’ottima riuscita di questa importante iniziativa che ha un triplice significato: un valore educativo, perché ha stimolato i ragazzi a prendere coscienza di come taluni rifiuti possano essere riciclati e riutilizzati; un interesse ambientale, perché ha contribuito ad aumentare la raccolta differenziata che resta un obiettivo preciso del Comune; un programma propositivo, perché segna l’inizio di una rinnovata collaborazione tra Amministrazione e scuole sul fronte dell’educazione ambientale che, sono certo, produrrà nuove iniziative anche in futuro”.

La raccolta della carta, che ha visto impegnati i giovani studenti nel sensibilizzare anche le rispettive famiglie a differenziare i rifiuti, è stata scelta come primo percorso in considerazione del fatto che le scuole utilizzano quotidianamente un ingente quantitativo di tale materiale con problemi di corretto smaltimento. L’iniziativa sarà ripetuta anche il prossimo anno.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 giugno 2006 - 1237 letture

In questo articolo si parla di