Falconara: piccolo incendio allo scalo merci di Villanova

2' di lettura 30/11/-0001 -
Alle ore 18:30 circa nell’area ferroviaria (presumibilmente di pertinenza di RFI spa) posta sopra il sottovia di via Monti e Tognetti – quartiere Villanova di Falconara M.ma – si è sviluppato un principio di incendio che ha interessato una catasta di traversine in legno.

dal Comitato quartiere Villanova


Sul posto sono intervenuti due mezzi antincendio dei VVFF che hanno rapidamente controllato la situazione. L’evento ha determinato la diffusione di fumo maleodorante. L’area dove si è registrato il principio di incendio è delimitata e chiusa e si trova a ridosso della linea ferroviaria Ancona – Bologna nonché delle abitazioni di via Quadrio, via Monti Tognetti e dell’area verde pubblica del quartiere Villanova.

E’ un’area da tempo utilizzata per l’accatastamento di materiale vario derivante dai lavori di manutenzione della linea ferroviaria (binari – traversine in legno trattate con sostanze chimiche – ecc.). Non sappiamo se l’area sia dotata di un impianto antincendio o estintori!

Precedenti

Novembre 1997: deragliamento nello scalo merci ferroviario falconarese di una ferrocisterna piena di gas che fu trovata con le pareti sottospessorate. Il tutto a meno di 20 metri dalle abitazioni.

3 Marzo 2003: va a fuoco la cabina di un autotreno carico di sigarette mentre il mezzo staziona all'interno dello scalo merci ferroviario di Falconara M. I primi ad intervenire con gli estintori sono i lavoratori del vicino distributore AGIP.

5 Settembre 2003: un principio di incendio interessa un vagone merci che staziona a 10 meri dalle abitazioni di via U. Bassi (sempre scalo merci quartiere Villanova). L’intervento di due mezzi dei Vigili del Fuoco allertati dai residenti scongiura il peggio.

Riteniamo che l’odierno episodio riproponga con urgenza il problema della verifica dei livelli di sicurezza delle aree di pertinenza di RFI e, infine, le responsabilità di tutte le Autorità Pubbliche che, all’inizio degli anni ’90, hanno permesso che le attività di uno scalo merci potessero svilupparsi a stretto contatto con le abitazioni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 luglio 2006 - 1275 letture

In questo articolo si parla di





logoEV