Montagnola: figlia disabile violentata dal padre

1' di lettura 30/11/-0001 -
Addirittura dal 1997, quando la ragazza aveva solamente 8 anni, il padre la violentava, e questa pratica è andata avanti fino a pochi giorni fa, quando il fatto è stato scoperto e denunciato da un'assistente sociale.

di Enrico Paolini
redazione@viverejesi.it


Fa parte di una famiglia calabrese la ragazza disabile ora 17enne, su cui il padre, di 49 anni, esercitava violenze da ben nove anni. La famiglia si è trasferita nelle Marche solamente nel 2002, per motivi di lavoro.

La ragazza ha sempre tenuto dentro di sé le violenze che subiva dal genitore, e non ha mai rivelato a nessuno dell'accaduto. La cosa è stata scoperta e denunciata da un'assistente sociale secondo cui la ragazza aveva dei problemi psicologici, e dopo accertamenti è stato emesso un mandato d'arresto per il padre.

L'uomo in presenza dei carabinieri non ha di certo opposto resistenza, né ha cercato di negare l'accaduto, confessando tutto e scoppiando a piangere. Sembra inoltre che egli avesse avuto già in passato contrasti con la legge, anche se sempre per reati poco gravi.

Per il momento il calabrese si trova nel carcere locale, ma si vocifera che potrebbe essere trasferito in un carcere della regione Calabria.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 luglio 2006 - 1552 letture

In questo articolo si parla di





logoEV