Festivalia, nelle ville della Marca. Stasera a Villa Pianetti

30/11/-0001 -
Ultimo appuntamento per “Festivalia, nelle Ville della Marca.” La voce, Il Corpo, Il Pianoforte e il Flauto stasera in scena nella splendida cornice di Villa Pianetti di Monsano.

di Cristina Amici degli Elci
cristina@viverejesi.it


Ultimo appuntamento per Festivalia, nelle ville delle Marche, oggi , martedì 25 luglio , alle ore 21:00 nella splendida cornice Villa Pianetti di Monsano ., con “La voce, il corpo, il Pianoforte e il Flauto.” .
La serata vedrà protagonisti Sandra Piruccio, flautista di fama internazionale e Adrian Vasilache, pianista, direttore d’orchestra e compositore romeno .
I due seguiranno brani di W. A. Mozart, Fr. Chopin , R.Schumann e Rossini
Ha riscosso un enorme successo la serata del VENERDI 21 LUGLIO h 21:00 a VILLA DELLA ROVERE a SAN VITTORE DI CINGOLI
Protagonisti Ladislau Petru Horvath, famoso violinista e direttore d’orchestra ungherese, Sandra Pirruccio, flautista, Gorge Georgescu, primo violoncello solista presso l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. e Adrian Vasilache,. pianista, direttore d’orchestra e compositore romeno ,direttore artistico ed ideatore “Festivalia nelle Ville della Marca
Da quest’anno , Festivalia si arricchisce di due elementi.
L’esposizione delle opere dell’artista Andrea Marconi, e il Preludio poetico Ellenico della studiosa Gabriella Cinti.
Adrian Vasilache , direttore artistico del festival così parla della rassegna “ Festivalia nasce da un connubio tra musica e poesia , uniti da una sottile linea tematica composta da percorsi spirituali ed estetici architettati con una logica unificante in progetti armonici tesi al miglioramento della conoscenza e dell’educazione ad un ascolto profondo,concentrato rigeneratore della grande musica.
Per tornare alle radici milanesi dell’ Harmonia abbiamo deciso di far preludiare l’ascolto della musica strumentale dall’ascolto della voce dei lirici classici greci, con l’accompagnamento discreto di un flauto, il cui melos è filo-logicamente basato sui pochi, autentici manoscritti antichi“.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2006 - 3439 letture

In questo articolo si parla di