La fondazione Pergolesi Spontini fa scuola

30/11/-0001 -
Puccini in salsa mongola ed una Turandot in versione kazakha, con balli e costumi tipici del popolo uiguro, E' quanto sognano di realizzare alcuni funzionari e dirigenti dei principali teatri nazionali ed enti culturali del Kazakhstan, in questi giorni i a Jesi. testo

di Cristina Amici degli Elci
cristina@viverejesi.it


Puccini in salsa mongola ed una Turandot in versione kazakha, con balli e costumi tipici del popolo uiguro, 20 milioni di abitanti sparsi tra la Repubblica ex sovietica e la Cina. Ma anche corsi per direttori d'orchestra e cantanti kazakhi a Jesi, e tanto turismo culturale tra le Grotte di Frasassi e i principali teatri delle Marche.
E' quanto sognano di realizzare alcuni funzionari e dirigenti dei principali teatri nazionali ed enti culturali del Kazakhstan, oggi a Jesi per la tappa conclusiva del Master in organizzazione e gestione delle imprese teatrali organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini in sinergia con il Ministero culturale del Paese straniero e con l'Università Politecnica delle Marche_Facoltà di Economia “G. Fuà” di Ancona.
La delegazione estera, nel salutare il Sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi, l’assessore alla cultura Leonardo Animali e lo staff della Fondazione guidato dal direttore esecutivo William Graziosi, ha aperto la strada a future collaborazioni, che comprenderanno nuovi master a Jesi e allestimenti di opere liriche e balletti in regime di cooperazione internazionale.
Il teatro e la cultura nel Kazakhstan - ha spiegato il direttore del Teatro nazionale di Almaty, Urazgaliyev Kuanysh- sono finanziati al 100 per cento dallo Stato; la nostra è una Repubblica giovane ma di solide tradizioni culturali, aperta al confronto con altri sistemi culturali: i 10 giorni di corso a Jesi ci hanno consentito uno scambio di esperienze molto utile, e foriero di ulteriori sviluppi”.
Al termine dell’incontro, presso il Teatro Pergolesi di Jesi sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al master .





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2006 - 1189 letture

In questo articolo si parla di