Quantcast

Fabrianese: gravissimo dopo un malore in acqua

1' di lettura 30/11/-0001 -
Un sessantacinquenne di Fabriano è ricoverato in rianimazione all’ospedale di Senigallia dal pomeriggio di ieri. L’uomo è stato colto da quello che probabilmente è stato un colpo di calore mentre si trovava a 20 metri dalla riva nella zona di spiaggia di fronte all’hotel Diana.

di Guido Fabbri
guidofabbri@vsmail.it


Per fortuna un suo amico si è accorto delle sue difficoltà ed ha chiesto aiuto. “Lo abbiamo portato a riva – racconta Michel, il bagnino dello stabilimento 134 “Sole 200” –. Ha perso conoscenza quasi subito ed aveva la bocca schiumante. Probabilmente aveva ingurgitato una notevolissima quantità d’acqua marina”.

L’intervento tempestivo del bagnino è stato decisivo per salvare la vita all’anziano. Dopo i soccorsi sul posto da parte dei medici del 118 l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Senigallia dove è tuttora ricoverato in condizioni molto gravi.

Nonostante la richiesta d’intervento dell’eliambulanza, atterrata sul campo dello stadio comunale, l’uomo non è stato trasportato a Torrette. Decisive per conoscere le possibilità dell’uomo di salvarsi sono le prime 24 ore dopo il malore che ha causato un principio di annegamento.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 luglio 2006 - 1167 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV