Falconara: il Sindaco incontra i sindacati sul bilancio

3' di lettura 30/11/-0001 -
Situazione economica difficile, anzi critica, a causa di un bilancio che deve essere riequilibrato entro il 30 settembre. Un momento di riflessione e di confronto con le categorie ed i cittadini.

dal Comune di Falconara
www.comune.falconara-marittima.an.it


Proprio in questa direzione il Sindaco Riccardo Recanatini e la sua Giunta hanno già informato i capogruppi consiliari e convocato il consiglio comunale per il pomeriggio di giovedì 3 agosto, una prima comunicazione con i cittadini attraverso una conferenza stampa e poi un incontro ufficiale con le categorie sindacali. Proprio quest’ultime rappresentate da Marcello Borioni e Cleto Giuliani per la Cgil, Leonardo Donati e Giovanni Focanti per la Cisl e Sandro Bellagamba della Uil hanno avuto un incontro ufficiale con Recanatini, il vice, nonché assessore al bilancio, Roberto Piccinini, l’assessore alle politiche sociali Antonio Mastrovincenzo e all’ambiente Carlo Brunelli.

«Tre priorità su tutte» spiega il Sindaco «Bilancio e razionalizzazione della spesa. Rapporti ed organizzazione con gli enti esterni che nominalmente sono quindici. Accesso ai servizi sociali per analizzare e risolvere le emergenze in merito ad esigenze abitative, di lavoro o strettamente economiche con trasparenza e senza privilegi per nessuno.»

Recanatini ha insistito molto sull’organizzazione - essenziale se si vogliono ottenere dei risultati immediati - mentre di bilancio si è occupato Piccinini e Mastrovincenzo ha approfondito le tematiche del sociale.

«Avvieremo incontri per condividere le scelte future e per uscire da questa situazione economica estremamente difficile» ha detto Piccinini, non nascondendo la preoccupante situazione debitoria con il Cam e le scelte non felici di enti come «Esino entrate» che incidono pesantemente a causa di eleveati riconoscimenti di aggi riconosciuti per la riscossione delle entrate «spontanee» (ici, tarsu ed oneri di urbanizzazione). Preoccupazioni anche per i debiti nei confronti della ditta Andreani, delegata alla riscossione dei mancati pagamenti all’ente e il Cam Energia.

Mastrovincenzo da parte sua, parlando di politica sociale, ha sottolineato «La necessità di una condivisione di scelte con la società civile e la necessità di riattivare le consulte».

Da parte loro i sindacati affermando che «non si riusciva a creare un confronto con la passata amministrazione» auspicano un coinvolgimento ed una partecipazione reale alle scelte future e nel prendere atto «con preoccupazione della situazione del bilancio del Comune chiedono: il mantenimento del livello dei servizi sociali riferito anche in una visione di ambito, la riorganizzazione dei servizi comunali tenendo presente la situazione di precariato del personale, una politica delle tariffe che tenga conto delle necessità e possibilità economiche dei cittadini»

«Non è facile» ha concluso il Sindaco Recanatini «trovare vie d’uscite tecniche, il risanamento è sempre impopolare. Una ragione in più per collaborare fattivamente.»

E già si parla del prossimo incontro ufficiale con i rappresentanti sindacali che si vuole per la fine di agosto.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 luglio 2006 - 1146 letture

In questo articolo si parla di