Falconara: debutta Marco Columbro con il Musical Tootsie

30/11/-0001 -
Giovedì 3 Agosto debutta il Musical Tootsie con Marco Columbro, Enzo Garinei, Chiara Noschese e 14 ballerini alla Corte del Castello di Falconara Alta con inizio alle ore 21,15. La Regia è di Maurizio Nichetti.
Si prevede una affluenza notevole e si consiglia di prenotare.

da A.R.C.O.
Artisti Riuniti


Tutti i biglietti sono già in prevendita presso:Falconara Ag. CaimbaTour 071/9161061 - Jesi Casa del Disco 0731/53759 – Ancona Ag. Antur 071/205252 Ingresso: €. 20 / €.15 La biglietteria della Corte apre alle ore 20 il giorno dello spettacolo - In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà al Palazzetto dello Sport. La serata fa parte dei grandi “Eventi” organizzati dall’Amministrazione Comunale di Falconara con la direzione artistica di Spartaco Paganini.

TOOTSIE IL GIOCO DELL’AMBIGUITÀ
Una commedia con musiche originali, una storia ambientata in uno studio televisivo, che diverte e commuove ... uno spettacolo dal ritmo travolgente.
Una girandola di sentimenti e personaggi alle prese con le loro emozioni e il loro bisogno di affetto, personaggi che, cercando lavoro, trovano amicizie e amori imprevedibili.

Tony Curtis e Jack Lemmon avevano già indossato abiti femminili in A qualcuno piace caldo per poter lavorare in un’orchestra di sole donne. Dustin Hoffman in Tootsie lo fa per sfuggire una disoccupazione frustrante. Robin Williams in Mrs. Doubtfire solo per riconquistare la sua famiglia. Tutti si travestono con grande serietà e impegno non per essere delle caricature, ma per acquisire una nuova identità e con essa nuove opportunità. In un’epoca in cui le quote rosa ci richiamano per legge a rispettare una parità di diritti politicamente corretta e la disoccupazione rimane un problema con cui è sempre attuale confrontarsi, mi è sembrato utile tornare sull’argomento. Con il tocco leggero e divertito di una commedia con musiche. Una riflessione ironica su quanti e quali sacrifici debba affrontare un attore, oggi come ieri, per sbarcare il lunario ma non solo.

Il vestirsi da donna, il vivere in panni dell’altro sesso può anche riservare sorprese. È un gioco degli equivoci che non scatena solo risate. Provoca emozioni, persino passioni che accecano. “Nessuno è perfetto!” si limitava a concludere il miliardario innamorato, anche dopo aver scoperto il vero sesso della sua “amata”, deciso, comunque, a non rinunciare al suo amore.
Il travestitismo come asse portante dell’azione capace di ribaltare tutti i luoghi comuni e le nostre convinzioni in materia di rapporti sentimentali è senz’altro una bella scommessa narrativa.

Un viaggio attraverso i nostri tabù, le nostre timidezze, i luoghi impensati e nascosti della nostra personalità. Questa l’esperienza che KEVIN vivrà nei panni di ELISABETH riuscendo a trovare in un colpo solo lavoro, fortuna e amore. Un gioco condiviso con professionisti ancora convinti che abbia valore fare questo mestiere con serietà e passione per divertire la platea e chissà che qualcuno, dopo aver sorriso, non trovi anche il tempo di riflettere sui casi della vita cosa ormai rara che nessun nuovo media ci lascia più il tempo di fare.

Maurizio Nichetti






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 luglio 2006 - 1937 letture

In questo articolo si parla di