Marche e Russia, consolato e protocollo d’intesa

2' di lettura 30/11/-0001 -
Nasce il Consolato Onorario Russo in Ancona, con nomina allo jesino Armando Ginesi, firmato il protocollo d’intesa tra l’AMR e la Camera di Commercio russa.

di Cristina Amici degli Elci
cristina@viverejesi.it


Nel pomeriggio di ieri, ad Ancona, in presenza di varie autorità civili e militari, il critico d’arte Armando Ginesi è stato investito della carica di Console onorario della federazione Russa.

Un fuori programma ha reso ancora più importante la giornata, è stato firmato infatti anche il protocollo d’intesa tra la Camera di Commercio Russa in Italia rappresentata da Pavel Dorochin e l’Associazione Marche Russia (Amr) presieduta da Franco Guercio.
Si tratta della prima sede diplomatica russa presente nella nostra regione, sesta sul territorio nazionale, e della prima volta in cui la Camera di Commercio russa si insedia nel nostra territorio.

La cerimonia si è aperta con un discorso di benvenuto ai presenti del Sindaco di Ancona, Fabio SturaniSono lieto di annunciare questo evento è sono certo anche dei produttivi rapporti tra i due paesi , mi sento onorato di accogliere nel capoluogo dorico il nuovo Consolato
A seguito un breve intervento del Presidente dell’Associazione Marche Russia Franco GuercioLa nostra associazione durante questo periodo ha sostituito il consolato, ora si tratta di un felice passaggio di testimone”.

A consegnare l’exequatur è stato l’Ambasciatore Russo in Italia Alexey Mehskov il quale nel suo discorso ha definito la cerimonia un momento storico in quanto passo sostanziale per rafforzare i rapporti tra la regione Marche e la Russia.

Lo stesso ambasciatore ha poi cosi concluso il suo breve intervento “La sede di Ancona e il nuovo console sono la miglior scelta possibile”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 agosto 2006 - 2191 letture

In questo articolo si parla di