Inaugura il 1° settembre la VI edizione del Pergolesi Spontini Festival

5' di lettura 30/11/-0001 -
La VI edizione del Pergolesi Spontini Festival (1-10 settembre 2006) inaugura il 1° settembre con la prima rappresentazione assoluta in epoca moderna di Le avventure teatrali di Mozart e Cimarosa su testo di Goethe e Vulpius, regia di Italo Nunziata.

da Fondazione Pergolesi Spontini


Fra le novità la pièce teatrale Mozart a Recanati ispirata alla biografia mozartiana di Paolina Leopardi, con l’attrice Cinzia Leone, la musica di Lorenzo Ferrero e la regia di Michal Znaniecki.
Anche quest’anno ospiti le migliori orchestre con strumenti originali d'epoca quali l'Accademia Bizantina di Ottavio Dantone, l'Accademia I Filarmonici diretta da Corrado Rovaris e I Sonatori de la Gioiosa Marca.
La ricerca dell’immagine mozartiana apparsa a Spontini negli anni parigini e berlinesi è il tema del VI Pergolesi Spontini Festival (1-10 settembre 2006), che ha come tema Spontini e Mozart, all’ombra di Pergolesi e che intreccia anche un motivo pergolesiano: la creazione romantica del mito di Mozart ha fissato la figura del genio destinato a morire nel pieno della giovinezza perché “caro agli dei”. Pergolesi - che morì a soli 26 anni nel 1736 -, di conseguenza, diviene una prefigurazione del salisburghese.
Il festival presenta un’alternanza di eventi di teatro musicale e di concerti che avranno luogo, come di consueto, nei luoghi di maggior interesse architettonico e in particolare nei teatri storici del comprensorio jesino. L’inaugurazione sarà il 1° settembre, ore 21 (replica il 3) al Teatro Pergolesi di Jesi con un Singspiel a firma di Goethe e di Vulpius, che mettono insieme L’impresario in angustie di Cimarosa e Der Schauspieldirektor di Mozart: Le Avventure Teatrali (Theatralische Abentheuer), su musica di Mozart e Cimarosa; uno spettacolo destinato ai teatri di Weimar (quando Goethe era il direttore del Teatro di Corte della città), ancora vivo all’epoca del soggiorno berlinese di Spontini.

Questa prima rappresentazione assoluta in epoca moderna, nella versione originaria tedesca del 1797 ricostruita da Jean-Yves Aizic, con un testo di Italo Nunziata e Vincenzo De Vivo, sarà curata da Corrado Rovaris alla guida dell’Accademia I Filarmonici per la regia di Italo Nunziata. Scene e costumi sono di Pasquale Grossi, luci di Patrick Latronica; interpreti Enrico Marabelli (Lorenzo), Filippo Bettoschi (Orlando), Antonis Koroneos (Polidoro), Milagros Poblador (Isabella), Olatz Saitua (Rosalba), Damiana Pinti (Merlina), Wolfram Kremer (narratore) Ancora con Rovaris e I Filarmonici, il 2 settembre, ore 21, al Teatro Comunale di Montecarotto, riascolteremo alcune fra le più significative sinfonie mozartiane.
Il 3 settembre, ore 18, nella Chiesa S. Stefano di Maiolati, come consuetudine, in coproduzione con il Festival Organistico di Treviso, Luca Scandali suonerà sullo splendido organo Callido le musiche di Mozart e altri autori del XVIII secolo. Il 4 settembre, ore 21, al Teatro Studio Valeria Moriconi di Jesi, l’Accademia Bizantina diretta da Ottavio Dantone presenterà Musiche per la Passione. Un concerto che accosta l’ultimo capolavoro pergolesiano – lo Stabat Mater - ad uno dei lavori del salisburghese appena undicenne, la Cantata ‘Grabmusik’ K. 42 (35a): le voci sono di Valentina Varriale, Anna Bonitatibus e Luca Tittoto.
Al Teatro Comunale P. Ferrari di San Marcello il 5 settembre, ore 21, Accademia strumentale nella Berlino di Spontini: Fabrizio Meloni, primo clarinetto solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala, interpreterà, con uno degli strumenti prediletti di Mozart, il Quintetto per clarinetto e archi K 581 e il Quintetto di Weber; il concerto è realizzato in collaborazione con Incontri Asolani – Festival Internazionale di Musica da Camera.

Sarà Maiolati ad ospitare il concerto del 7 settembre (ore 21): alla Chiesa della Cancellata protagonista lo storico fortepiano appartenuto a Spontini e ora esposto al Museo Gaspare Spontini della città, con i Sonatori de la Gioiosa Marca che eseguiranno musiche di Boccherini e Spontini, e di Mozart il Concerto in do maggiore K. 415 per fortepiano e archi.
L’8 settembre, ore 21, nella suggestiva Chiesa degli Aroli di Monsano, sempre i Sonatori de la Gioiosa Marca saranno impegnati in Liturgie Salisburghesi con le Sonate da Chiesa di Mozart per due violini e organo.
Il 9 settembre, ore 21, una novità assoluta al Teatro Pergolesi di Jesi con lo spettacolo, affidato alla regia e scene di Michal Znaniecki, Mozart a Recanati. Si tratta di una pièce teatrale che prende spunto dalla biografia che Paolina Leopardi (sorella di Giacomo) scrisse su Mozart; nelle pagine traspare una sorta di parallelo spirituale tra Amadeus e Giacomo: il rapporto contrastato con la figura paterna, l’avversione per “il natio borgo selvaggio”.
Ospite d’eccezione l’attrice Cinzia Leone, la musica è di Lorenzo Ferrero, compositore torinese che trae spunto dalle musiche del grande salisburghese, eseguite dal Trio Ronchini e Luca Lucchetta al clarinetto, soprano sarà Jeanette Roeck.
Al debutto in teatro come costumista ci sarà Gianni Calignano, stilista salentino appassionato d'opera. Lo spettacolo sarà in collaborazione con il Centro della Voce-Università di Bologna, Fondazione Fanti Melloni di Bologna, Fondazione Teatro Comunale di Bologna e Associazione Marche Musica Contemporanea di Fano.

Chiusura il 10 settembre, ore 21, al Teatro Condominiale La Fortuna di Monte San Vito: Roberto Alajmo racconta Wolfgang & Wolfgang. Appunti per raccontare, se non altro, il Flauto Magico di Goethe con le musiche di Beethoven da Mozart per violoncello e pianoforte.
In occasione del Festival verrà allestita a Jesi (Salara del Palazzo della Signoria) la mostra Spontini e Mozart. Immagini e documenti, a cura di Vincenzo De Vivo e Rosalia Bigliardi., allestimento di Benito Leonori. Realizzata in collaborazione con la Biblioteca Planettiana di Jesi e il Museo-Archivio Spontini di Maiolati Spontini, la mostra verrà inaugurata alle ore 18.30 del 1° settembre.
Il 4 settembre, alle ore 18,30 presso le Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi di Jesi, verrà presentato – in omaggio al musicologo Francesco Degrada, uno dei massimi esperti pergolesiani al mondo – il volume “Studi Pergolesiani N° 5”. Risultati del Convegno internazionale di Studi pergolesiani” sul tema “Pergolesi e la Napoli del suo tempo: nuove acquisizioni e prospettive di ricerca”.

Le manifestazioni saranno trasmesse da Radio Rai3.
Info: Tel. 0731 202944 - 215643 – 226446
e-mail: info@fpsjesi.com
Biglietteria: tel. 0731 206888





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 agosto 2006 - 1351 letture

In questo articolo si parla di