Serra San Quirico: al via la Scuola Estiva di Teatro Educazione

30/11/-0001 -
Dopo la Rassegna Nazionale del Teatro della Scuola, l’Associazione Teatro Giovani, punta alla Formazione degli Operatori Teatrali.

da S.E.T.E.
Scuola Estiva Teatro Educazione


È iniziata il 22 agosto a Serra San Quirico la settima esperienza di Scuola Estiva di Teatro Educazione alla quale partecipano 31 iscritti, tra insegnanti di scuola elementare e media, operatori teatrali e neo laureati che andranno ad operare in realtà giovanili ed educative. La formazione quindi come base dell’attività teatrale, svolta anche nelle scuole.

L’obiettivo primo è quello di evitare che il teatro della scuola diventi un’ attività extrascolastica trattata didatticamente o, al contrario, lasciata interamente all'improvvisazione, a tratti sgraziata, che perde così ogni ruolo educativo e formativo.

Occorre dare “onorabilità” all’attività teatrale e questo, secondo le finalità dell’Associazione Teatro Giovani, è possibile farlo solo attraverso la Formazione. Torna quindi per il settimo anno consecutivo la Scuola Estiva di Teatro Educazione organizzata dall'Associazione Teatro Giovani.

Quest’ anno la metafora- tema che dà il titolo alle attività della scuola è “Il sesto senso del Teatro educazione”, in continuità con il lavoro svolto sui 5 sensi il precedente anno e con riferimento alla specificità del Teatro educazione, che vuole integrare aspetti pedagogici e aspetti teatrali.

Come ogni anno, è stato scelto un personaggio guida, le cui opere e le cui esperienze offrano spunti di riflessione e stimoli creativi alle attività di laboratorio. Si tratta di Don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana, grande figura di sacerdote e di educatore, artefice dell’esperienza della scuola popolare di Barbiana, raccontata in un libro fondamentale e rivoluzionario nella pedagogia del Novecento: “Lettera a una professoressa”, uscito nel 1967.

La Scuola Estiva è strutturata in un percorso di tre anni, più un master di formazione permanente a cui possono accedere coloro che hanno completato i tre anni di corso. Il primo anno sviluppa soprattutto un lavoro sul sé, la comunicazione, la relazione. Il secondo anno è focalizzato sul gruppo e sulla creazione collettiva. Il terzo anno prevede un’esperienza di teatro di comunità, cioè una ricerca sulle storie di vita, le tradizioni, la cultura di Serra, da cui trarre spunti che verranno rielaborati secondo la metodica del teatro educazione e sfoceranno in una performance finale che verrà proposta nella Rassegna nazionale del 2007.

I partecipanti già iscritti sono 3, soprattutto insegnanti di scuola elementare e media, operatori teatrali e laureati in facoltà psico-pedagogiche e delle arti dello spettacolo, provenienti da tutto il territorio nazionale.

La S.E.T.E. questo anno è composta da tre gruppi diversi, 14 sono gli allievi del primo corso, 9 quelli del corso medio, e 8 quelli del master.

Quest’ anno il master è tenuto da Salvo Pitruzzella, tra i massimi esperti italiani di drammaterapia e di teatro sociale.

Martedì 29 agosto la scuola estiva terminerà con le performance di tutti e tre i gruppi di lavoro, le performances saranno aperte al pubblico, gratuite, la prima alle 12,30, la seconda alle 18,30 e l'ultima quella del Master alle ore 21,30.

I luoghi di lavoro sono tutti a Serra, dal teatro Santa Maria del Mercato, all'aula consiliare di Palazzo Piccioni, ai saloni della cartoteca ed altri. I docenti, che sono complessivamente 9, sono esperti di teatro, educazione, teatranti e insegnanti.

I partecipanti per una settimana saranno ospiti a serra San Quirico, preparati a vivere un'esperienza intensa, un full-immersione nello spazio della creazione teatrale con finalità educative.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 agosto 2006 - 1654 letture

In questo articolo si parla di