Tra integrazione e apprendimento alla vita

30/11/-0001 -
"Tra le soddisfazioni di questa estate, segnalatasi purtroppo da alcuni episodi fortemente negativi, mi preme far notare, nella veste d’insegnante, un positivo esempio di attività scolastica e lavoro extracomunitario".

da Floriano Schiavoni
insegnante


Molti alunni, durante il periodo estivo, dormendo sugli allori, si godono integralmente le ferie rinviando in questo modo l’apprendimento del duro e competitivo mondo lavorativo che li aspetta.
Gli alunni (corso per Agrotecnici di Monteroberto - Jesi), nel pieno dell’estate, stanno apprendendo una delle tante e diffficili attività campestri (la trebbiatura dei meloni) della scuola “Serafino Salvati”.
Gli extracomunitari presenti hanno preferito il medesimo lavoro (in genere modestamente retribuito) dei campi rispetto a quello della “quasi elemosina” nei parcheggi, della vendita, ai limiti della legalità, delle “cianfrusaglie” da spiaggia o, peggio ancora, a quello relativo a vere e proprie attività illecite.
Spero che il contenuto della foto faccia svegliare dal sonno “quelli dalla vita comoda”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 agosto 2006 - 1118 letture

In questo articolo si parla di