La Moncaro nuovo socio della Fondazione Pergolesi Spontini

30/11/-0001 -
Si allarga la compagine dei soci della Fondazione Pergolesi Spontini, con l’ingresso della nota azienda vitivinicola Moncaro Terre Cortesi in ART VENTURE, il pool di imprese (formato inoltre da CNH Italia, Gruppo Pieralisi, Leo Burnett Italia, S.E.DA. e Starcom Italia) che sostiene tutte le attività dell’ente culturale sorto a Jesi nel 2000.

da Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


Fin dalla sua costituzione la Fondazione ha organizzato attorno a sé, e alle proprie attività, un gruppo di imprese che aderiscono al raggruppamento ART VENTURE, impegnandosi per un periodo di almeno tre anni a corrispondere alla Fondazione un contributo annuo. Tali aziende sono riconosciute quali “Fondatori Sostenitori della Fondazione”, con due rappresentanti in Consiglio d’Amministrazione, Ing. Pieralisi e Dott. De Magistris.

“Siamo felici di sostenere il progetto culturale della Fondazione Pergolesi Spontini”, dichiara il Presidente dell’azienda, Doriano Marchetti, che così spiega l’ingresso in ART VENTURE: “la Moncaro si è sempre caratterizzata per il suo forte radicamento al territorio della regione Marche ed al suo ambiente. È forse per questo che la Moncaro si sente espressione della cultura delle Marche. C'è il forte desiderio e la voglia di svelare le bellezze e la bontà dei prodotti di questa terra generosa d’arte, di cultura e di musica, con personalità e stile”.

Una sinergia tra arte e vino, tra vino e teatro che si manifesterà anche in concomitanza delle serate di spettacolo programmate dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con la possibilità per il pubblico di degustazioni enogastronomiche presso la Cantina di Montecarotto.

Tre cantine di produzione (a Montecarotto, Camerano e Acquaviva Picena); oltre 1200 produttori in 1700 ettari di vigneti selezionati di cui il 90% a denominazione controllata e ad indicazione geografica tipica; produzione vinicola pregiata e conosciuta in tutto il mondo, un'attenta coltivazione dei vigneti, uve pregiate e tecniche di trasformazione enologica tra le più avanzate, fanno della Moncaro una delle cantine più importanti delle Marche.

Tanti i riconoscimenti nazionali e internazionali ottenuti, su tutti il Trophy dal 'Wine Challenge’ di Londra 2003 come miglior vino proveniente da vendemmia tardiva del mondo per il suo Tordiruta Verdicchio Doc Passito 2000, e nel 2005 nell’ambito della stessa competizione il titolo di Miglior Bianco d’Italia per ‘Le vele’. L'esercizio 2005 ha registrato un fatturato di oltre 19 milioni di euro.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 agosto 2006 - 1392 letture

In questo articolo si parla di