Niente liste d'attesa per il nuovo anno scolastico

30/11/-0001 -
Con il nuovo anno scolastico saranno definitivamente eliminate per la prima volta a Jesi le liste di attesa agli asili nido, ai centri per l’infanzia e alle materne.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Un risultato più unico che raro nel panorama regionale e che conferma la leadership della città nelle politiche legate ai servizi educativi, in grado di garantire posti indistintamente a tutte le famiglie che ne fanno richiesta.

“Ampliare l’offerta dei servizi educativi - ha sottolineato il sindaco Fabiano Belcecchi - rappresentava uno degli obiettivi programmatici che ci eravamo assunti. Oggi possiamo con soddisfazione confermare che non vi sono più liste di attesa, venendo così incontro ai bisogni di quei genitori che hanno necessità di avere a disposizione strutture adeguate dove poter inserire i propri figli.

Questo risultato è stato raggiunto da un lato aprendo nuovi centri, dall’altro avviando considerevoli investimenti nell’edilizia scolastica per ristrutturare, ampliare e rimettere a norma di legge edifici non più funzionali. Nel mettere mano a questi interventi
- ha ricordato Belcecchi - il Comune di Jesi ha posto come obiettivo principale la centralità del bambino e dei suoi bisogni, integrati e coniugati con le esigenze della famiglia.

Per questo, oltre a destinare risorse ed energie per i locali, l’Amministrazione comunale ha inteso anche promuovere incontri di formazione che possano offrire nuovi spunti di riflessione al personale educativo, il quale peraltro è stato potenziato di altre unità”
.

Ma ecco, nel dettaglio, l’offerta che la città è in grado di assicurare nel nuovo anno scolastico. Per la fascia di età da 0 a 3 anni, si stanno sistemando gli ultimi bambini tra le 141 nuove domande pervenute e che saranno distribuiti nelle nove strutture presenti in città in grado di assicurare 368 posti complessivi: due nidi e due centri per l’infanzia comunali, un nido privato ed uno interaziendale, due centri per l’infanzia convenzionati e la struttura riservata al tempo per le famiglie. Tutti i nidi ed i centri per l’infanzia apriranno regolarmente lunedì 4 settembre.

Per quanto riguarda le materne (fascia di età da 3 a 6 anni), alle 38 sezioni già presenti lo scorso anno se ne aggiungono altre due, ricavate al Collegio Pergolesi dove vengono a liberarsi aule grazie al completamento della materna Negromanti che vedrà i bambini iscritti in tale scuola tornare nella sede originaria. I nuovi iscritti sono 387, portando il numero complessivo a 1026 contro i 956 dello scorso anno, quando vi era una lista di attesa di 25 unità.

Fin dai primi giorni del nuovo anno scolastico saranno garantiti ovviamente i servizi connessi come il trasporto scuolabus. Allo stesso tempo sarà assicurata fin da subito l’assistenza educativa ai bambini diversamente abili che ne hanno diritto.

“Al termine di un lavoro pluriennale - ha concluso il sindaco Belcecchi - si è arrivati al completo assorbimento della domanda e dunque puntiamo ora alla stabilità dei servizi. Da ora in poi l’azione amministrativa dovrà essere tesa a mantenere questi standard qualitativi e quantitativi che consentono ai servizi educativi di essere un punto di riferimento per le famiglie”.

D’altra parte, la stessa indagine tra i cittadini sul grado di soddisfazione dei servizi effettuata alcuni mesi fa dal Comune di Jesi, aveva individuato un indice di gradimento particolarmente marcato proprio per i servizi scolastici, di gran lunga superiore alla media regionale e nazionale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 agosto 2006 - 969 letture

In questo articolo si parla di