Rocchetti e il vero socialismo

30/11/-0001 -
A titolo personale, e senza coinvolgere lo Sdi, vorrei sottolineare che ritengo davvero singolare che personaggi come Serrini e Brazzini continuino a parlare da socialisti quando la loro storia recente è in completa antitesi con il socialismo. Ed è ancora peggio che il candidato sindaco del centrodestra del 2002, clamorosamente sconfitto dal responso elettorale, tenti oggi non solo di tornare nel centrosinistra, ma addirittura di impartire lezioni su come scegliere il proprio candidato.

da Leonello Rocchetti
Assessore allo sport


Da 62 anni sono iscritto al partito e posso assicurare che, in oltre mezzo secolo di storia politica e amministrativa, quella del 2002 è stata la prima volta che ho visto personaggi che si dichiaravano socialisti allearsi con quella stessa destra che i padri storici del nostro partito, da Matteotti a Nenni a Pertini, hanno combattuto strenuamente.

Avevo ricordato allora a Serrini e Brazzini che il socialismo è nato a difesa dei braccianti, dei mezzadri, del ceto medio ed è stato sempre schierato a sinistra. Qualsiasi tentativo di collocarlo a destra era una violenza contro la storia socialista. Il loro tentativo di distruggere il nostro partito è fortunatamente naufragato di fronte alla risposta chiara ed inequivocabile che i socialisti di Jesi hanno dato, premiando nettamente lo Sdi.

E non mi meraviglia che l’ultimo intervento di Serrini e Brazzini sia stato sottoscritto da Brunetti, che ha ottenuto appena 31 preferenze malgrado abbia svolto per cinque anni il ruolo di assessore, venendo eletto consigliere comunale nello Sdi solo perché io mi sono dimesso.

Per tutte queste considerazioni ritengo che neanche possa essere oggetto di discussione per i socialisti di Jesi il loro intervento, completamente diverso nello stile e nei contenuti da quello del vicesegretario del partito che, in questa fase, ha ricordato che prima si parla dei programmi del centrosinistra e poi delle persone a cui affidare la guida di questi stessi programmi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 agosto 2006 - 1236 letture

In questo articolo si parla di





logoEV