Quantcast

Festival Pergolesi Spontini: al via anche la mostra di Spontini e Mozart

4' di lettura 30/11/-0001 -
Per l’apertura del VI Festival Pergolesi Spontini in programma a Jesi, venerdì 1° settembre alle ore 18.30 l’inaugurazione della mostra a cura di Vincenzo De Vivo e Rosalia Bigliardi Spontini e Mozart, presso La Salara del Palazzo della Signoria.

da Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


Alle ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi prima esecuzione in epoca moderna di Le Avventure Teatrali, pastiche che mette insieme brani musicali di due operine buffe di Mozart e Cimarosa di fine Settecento su libretto di Goethe.

La mostra Spontini e Mozart con ingresso gratuito resterà aperta fino al 16 settembre (orario 10.30-12.30 / 17-19.30) – e tratteggia il rapporto tra Spontini e Mozart, come emerge dai documenti del periodo berlinese (1820-1841) e soprattutto dal carteggio tra l'Autore della Vestale, sua moglie Céleste Erard e Constanze Mozart, divenuta vedova del secondo marito Nissen, autore della prima biografia mozartiana. La parte preponderante dei documenti è custodita nel Fondo Robert della Biblioteca Planettiana di Jesi: provengono dall’archivio del procuratore legale di Spontini a Berlino, che aveva il compito di tradurre tutti i testi scritti in lingua tedesca per il compositore e per sua moglie, Céleste Érard, che non ebbero mai familiarità con quell’idioma. Altre testimonianze autorevoli provengono dal Museo-Archivio di Maiolati, custodite negli ambienti della casa che Spontini volle edificata per i suoi ultimi anni di vita.

Le Avventure Teatrali, pastiche che mette insieme brani musicali di due operine buffe di Mozart e Cimarosa di fine Settecento su libretto di Goethe, inaugura venerdì 1° settembre ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi (con replica il 3) il Festival Pergolesi Spontini giunto alla sua sesta edizione. L’attuale edizione si svolgerà dal 1° al 10 settembre.

Corrado Rovaris fra i direttori più affermati nel panorama nazionale e internazionale e direttore musicale della Opera Company di Philadelphia, racconta: «Abbiamo scelto Jesi perché sappiamo che qui si affronta un repertorio inconsueto e si lavora bene, a lungo e in clima favorevole. Per conoscere Pergolesi e Spontini non bastano le loro opere ma bisogna soprattutto ricreare il loro mondo, come in questo Mozart e Cimarosa, dove ci sono musiche ‘frizzanti’ influenzate dall’ambiente napoletano; sia Spontini che Pergolesi sono cresciuti musicalmente a Napoli»

«Sarà un omaggio alla magia del mondo teatrale, alle sue invenzioni e alle sue dinamiche che rimangono invariate nel corso del tempo». Parola del regista Italo Nunziata Per creare un collage fra i numeri musicali, lo stesso regista e Vincenzo De Vivo, consulente scientifico del Festival, hanno ideato la figura di un narratore, qui impersonato da Wolfram Kremer, che reciterà in italiano frammenti tratti liberamente da La vocazione teatrale di Wilhelm Meisters, Faust, Viaggio in Italia e dalle Lettere, testi in cui Goethe ripercorre il fascino esercitato dalle tavole del palcoscenico e dal processo della creazione teatrale.

«Lo spettacolo sarà ambientato nei primi anni dell’Ottocento – aggiunge lo scenografo e costumista Pasquale Grossi -. Le scene si ispirano a quello che succede normalmente in teatro “in quinta”, durante le prove: un ambiente noto agli addetti ai lavori ma non al pubblico che così conosce e rimane affascinato da ciò che si nasconde dietro al sipario. Ecco allora che elementi di attrezzeria messi inizialmente al contrario vengono poi addrizzati man mano che si avvicina la parte finale delle prove teatrali. Lo stesso fondale è stato pensato come schizzo di una prima idea, progetto che precede la realizzazione della messa in scena. Una particolare attenzione è stata dedicata ai costumi: le stoffe sono state tinte una per una su cotone; preziosi anche i motivi decorativi realizzati da Simona Palmucci».

Solisti Enrico Marabelli (Lorenzo), Filippo Bettoschi (Orlando), Antonis Koroneos (Polidoro), Milagros Poblador (Isabella), Olatz Saitua (Rosalba), Damiana Pinti (Merlina), Wolfram Kremer (narratore); direttore Corrado Rovaris alla guida dell’orchestra l’Accademia I Filarmonici, regia di Italo Nunziata, scene e costumi di Pasquale Grossi, light designer Patrick Latronica.

Info: Tel. +39 0731 202944 – info@fpsjesi.com
www.fondazionepergolesispontini.com .
Biglietti: da 10 a 28 euro (tel. 0731 206888). Per la mostra ingresso libero






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 settembre 2006 - 1208 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV