Quantcast

Fabriano: nasce la banca dati per i lavori occasionali

3' di lettura 30/11/-0001 -
Gli assessori della Comunità Montana dell’Esino Frasassi, muovendosi nella logica d’integrazione tra singoli interventi per accrescerne valenza e portata, si sono già impegnati nel dar vita ad un progetto che ha importanti riflessi sulle attività dello Sportello Informagiovani.

dalla Comunità Montana Alto Esino


Prova concreta viene dalla conclusione per l’anno scolastico 2005/2006, dei percorsi di orientamento alla scelta condotti dagli operatori dell’Informagiovani della Comunità Montana e del Centro per l’Impiego e Formazione di Fabriano con i ragazzi delle ultime classi delle scuole medie inferiori e superiori del nostro territorio.

Il progetto – ricorda l’assessore Toccafondo - oramai al suo quarto anno di vita, nasce da una volontà forte che ha accomunato gli enti organizzatori e le scuole che aderiscono. L’obiettivo è stato quello di dedicare tempo, attenzione e risorse nell’accompagnare i ragazzi nelle loro scelte formative e professionali, nella convinzione di contribuire così alla costruzione di un futuro migliore per loro e per tutta la comunità alla quale appartengono. Le attività di orientamento, realizzate in parte presso le scuole e in parte presso l’Informagiovani e il Centro per l’Impiego hanno contribuito al raggiungimento del traguardo di far conoscere ai giovani questi servizi offerti loro dal territorio. Coinvolti – conclude l’amministratore - 400 studenti delle classi quarte e quinte degli istituti superiori, e 200 delle classi terze delle scuole medie inferiori, all’interno del distretto di Fabriano, Serra San Quirico, Sassoferrato, Arcevia, Cerreto D’Esi e Genga”.

In questo contesto, da ultimo, è nato un nuovo servizio. A darcene anticipazione sempre l’assessore alle politiche Giovanili, Toccafondo e la dottoressa Francesca Rogari, dell’Informagiovani della C.M..

Sono tante le occasioni di lavoro occasionale di cui i giovani, spesso studenti, vanno alla ricerca per guadagnare qualcosa o semplicemente per fare un’esperienza da mettere nel proprio curriculum. Molti gli esempi che possiamo fare: una famiglia cerca una baby-sitter o un insegnante privato che dia ripetizioni, un’agenzia a cui serve personale per un volantinaggio o una promozione in un supermercato, un ristorante che in un periodo particolare ha bisogno di qualcuno in più in sala, un’associazione che vuole persone per gestire la segreteria di un evento. Non è tutto, si pensi all’animazione di feste per bambini, videoscrittura e traduzioni, lavori stagionali in agricoltura, nel periodo della vendemmia. Tutte opportunità di lavoro occasionale di cui i giovani si servono per racimolare un po’ di euro o più semplicemente fare un’esperienza da allegare nel curriculum. Dal primo settembre scorso, allora, proprio per rispondere alle richieste di quei giovani – e sono tanti – che offrono la propria disponibilità per questa tipologia di lavori, e per far fronte alle richieste di privati, famiglie ed aziende, il Centro Informagiovani di Fabriano ha attivato un nuovo servizio

Spieghiamo meglio di cosa si tratta? “Di una banca dati per lavori occasionali, che vuole fare incontrare chi cerca e chi offre, raccogliendo le candidature dei ragazzi, ed evadendo le richieste di personale per lavori occasionali che arrivano da privati ed imprese. Il servizio è gratuito, e per usufruirne è sufficiente compilare e firmare un apposito modulo di candidatura o di offerta. Tutte le informazioni e la modulistica sono disponibili sul sito: www.cadnet.marche.it/cig/fabriano.html, alla pagina delle news, oppure presso l’Informagiovani, in Via De Gasperi 10 a Fabriano, tel. 0732.250434”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2006 - 2897 letture

In questo articolo si parla di





logoEV