Quantcast

Un gemellaggio culturale per celebrare Canova e Spontini

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il Senatore di Forza Italia Gian Pietro Favaro, già componente della Commissione Cultura del Senato, propone a Fabiano Belcecchi un gemellaggio culturale tra Fondazione Canova onlus-Museo Gipsoteca Canoviana di Possagno (TV) e Fondazione Pergolesi Spontini, per celebrare il legame e le analogie tra lo scultore Antonio Canova e il compositore Gaspare Spontini.

da Fondazione Pergolesi Spontini


Maiolati Spontini vanta vari monumenti legati al musicista Gaspare Spontini, che proprio nel capoluogo ebbe i natali. Le spoglie del compositore si trovano nella chiesa di San Giovanni, incorporata nell'edificio della Casa di Riposo Spontini: di grande interesse è il medaglione, con l'effige del compositore, che adorna la sua tomba, opera attribuita secondo la tradizione orale al noto scultore Antonio Canova e che lo stesso Spontini portò nel 1842 nella propria città natale.

E proprio sotto il segno di Canova e di Spontini, il Senatore di Forza Italia Gian Pietro Favaro - in qualità di presidente della Fondazione Canova onlus - ha proposto al Presidente della Fondazione Pergolesi Spontini, il Sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi, un incontro per verificare la possibilità di un gemellaggio tra i due enti culturali. Una idea supportata dalle profonde analogie tra i due artisti, entrambi esponenti di spicco del neoclassicismo ed interpreti sensibili di un soggetto che godeva di grande fortuna all’epoca: “La Vestale”. Sul tema Canova scolpì ben tre busti, e il maiolatese scrisse il suo capolavoro operistico.

La proposta è giunta dal Senatore Gian Pietro Favaro, già componente della Commissione Cultura del Senato, in una lettera indirizzata a Belcecchi, nel quale scrive:

“Egregio Presidente, ho avuto modo di conoscere ed apprezzare le attività della Fondazione da lei presieduta sia per interesse personale ma anche per la mia attività in seno alla Commissione Cultura del Senato.
Ho incontrato nei giorni scorsi il Vs. Direttore Artistico, M° Federico Pupo, con il quale abbiamo valutato l’idea di poter progettare assieme alcuni eventi culturali intorno alle figure di Canova e di Spontini che, per periodo storico e vicende personali, trovano profonde analogie.
Sono dunque ad anticiparle l’intenzione di venire a Jesi assieme al Sindaco del Comune di Possagno – città natale di Canova – per verificare la fattibilità di un ‘gemellaggio’ e di una collaborazione culturale fra i due enti. Nel contempo sarei felice di averla nostro ospite presso la Fondazione assieme alla direzione della Fondazione Pergolesi Spontini, per visitare i luoghi canoviani, primo tra tutti la Gipsoteca dove sono conservati i calchi in gesso delle principali opere per le quali il Canova è conosciuto in tutto il mondo.
In attesa di incontrarla, porgo i migliori saluti”
.

La Fondazione Pergolesi Spontini, onorata della proposta, inviterà il presidente Favaro a Jesi in occasione dell’inaugurazione della XXXIX Stagione Lirica di Tradizione del ‘Pergolesi’, per l’opera “Don Giovanni” di Mozart in cartellone il 7 e 9 ottobre.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 settembre 2006 - 1571 letture

In questo articolo si parla di





logoEV