Quantcast

Fabriano: la Margherita palude l'operato di Sorci

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il Direttivo della Margherita di Fabriano, nel corso delle ultime settimane, ha intensificato i propri incontri al fine di esaminare la situazione politica ed amministrativa fabrianese.

dalla Margherita di Fabriano


In ogni incontro a fasi illustrative delle varie attività presentate dai responsabili della segreteria e dagli amministratori comunali, hanno sempre fatto seguito ampi dibattiti che hanno visto coinvolti numerosi membri del partito.

La Margherita di Fabriano ha giudicato e giudica positivamente l’attività amministrativa della giunta comunale guidata dal sindaco Roberto Sorci che ha saputo coniugare la crescita e lo sviluppo della Città con le difficoltà di bilancio determinate dai sempre meno consistenti trasferimenti da parte dello Stato.

Ora, in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera, il direttivo della Margherita riafferma il ruolo centrale delle alleanze di centro-sinistra per le quali ha sempre lavorato in passato e per le quali intende continuare ad operare per dare alla città gli strumenti più idonei per una sua ulteriore crescita.

La Margherita di Fabriano, fortemente convinta che solo dall’impegno e dal lavoro scaturiscono idee, progetti, azioni concrete, si dichiara estranea a polemiche più o meno strumentali che periodicamente sono affiorate ed alle quali non ha mai risposto proprio perché ritiene il lavoro il binario privilegiato del suo impegno.

Questo metodo di lavoro e di confronto continuerà ad essere tale anche nel prossimo futuro nella convinzione che i cittadini fabrianesi si attendono dal più consistente gruppo politico coerenza nei comportamenti, forte impegno sociale, grande capacità di scelta.

La conferma delle alleanze nell’Ulivo, la disponibilità alla costituzione dell’Unione, la elaborazione di un preciso programma operativo, la disponibilità dei suoi uomini a continuare e rafforzare il proprio impegno, rappresentano la via maestra su cui continuare a muoversi nel desiderio di operare per la Città, per aprire nuove strade economiche e sociali con un occhio attento alle sue componenti più deboli, alla valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale, alla salvaguardia ed allo sviluppo delle attività produttive, alla qualità della vita ed alla ricerca di una sempre maggiore integrazione territoriale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 settembre 2006 - 1202 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV