Quantcast

Falconara: serve potenziare la Protezione Civile

2' di lettura 30/11/-0001 -
In merito all’evento calamitoso per il quale è ad oggi rientrato lo stato di emergenza nel nostro territorio, pur sussistendo ancora quello di allerta, il ringraziamento va oggi a tutti coloro che si sono prontamente adoperati per un intervento sollecito e coordinato su più fronti.

da Riccardo Recanatini
sindaco di Falconara


Protezione civile regionale, Polizia Municipale, Carabinieri, Vigili del Fuoco, CAM spa e Associazioni di volontariato. Proprio grazie all’impegno profuso dall’intero apparato di pronto intervento ed istituzionale è stato possibile tamponare tempestivamente l’emergenza in atto già dalle prime ore della giornata di martedì.

L’evento calamitoso che ha interessato il nostro territorio comunale, paralizzando in pochissimo tempo zone quali Villanova, Fiumesino e la zona industriale CIAF di Castelferretti, ha reso necessario l’intervento di 80 volontari tra Protezione civile comunale, Anpas e Croce Rossa Italiana, oltre ad una mobilitazione massiccia di mezzi e di equipaggi che ha visto protagoniste tutte le province della nostra Regione alle quali rivolgo sentitamente il mio grazie a nome dei cittadini e dell’Amministrazione che rappresento.

A poche ore di distanza non siamo ancora in grado di fornire una stima ufficiale dei danni subiti sia dalle strutture abitative private che da quelle commerciali ed industriali; l’Ufficio tecnico del Comune è a completa disposizione dei cittadini e degli imprenditori per raccogliere tutti i dati relativi a segnalazioni di questo genere e per fornire informazioni in merito.

Sotto il profilo delle richieste di emergenza abitativa e di sussistenza (fornitura posti letto e pasti), il referente rimane da ieri la Centrale Operativa istituita presso il Comando della Polizia Municipale: ad oggi i pasti forniti nella giornata di ieri sono stati oltre 100 e 15 le persone prontamente alloggiate all’Istituto Visintini. Tutti coloro che avessero quindi bisogno di ulteriore sussistenza possono rivolgersi al Pronto Intervento sempre allestito all’interno del COC.

Colgo l’occasione anche per sottolineare la collaborazione e la dimostrazione di senso civico dimostrata dai cittadini in occasione di un evento così imprevisto.

Credo che l’accaduto possa stimolare una profonda riflessione sull’esigenza di potenziare all’interno del nostro Comune il nucleo di Protezione Civile la cui presenza, considerando la delicatezza di alcuni nodi sensibili sul territorio, potrebbe rappresentare un efficace punto di riferimento. Il Sindaco





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 settembre 2006 - 1056 letture

In questo articolo si parla di





logoEV