contatori statistiche

Consegnati i primi alloggi popolari

2' di lettura 30/11/-0001 -
Nel corso di una breve ma significativa cerimonia il sindaco Fabiano Belcecchi e il presidente dell’Erap Ezio Capitani hanno consegnato questa mattina i primi 8 alloggi popolari di un pacchetto di 58 appartamenti individuati nel quartiere ex Smia, oggi Savoia Marchetti.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Gli alloggi, che variano da 46 a 72 metri quadrati, fanno parte della palazzina di via Saveri e sono stati consegnati ai primi otto della graduatoria vigente per l’assegnazione delle case popolari. Il canone che gli assegnatari verseranno all’Ente proprietario sarà commisurato al reddito.

Nel corso della cerimonia l’Erap ha comunicato che entro il 31 dicembre saranno completati i lavori e dunque assegnati i restanti otto alloggi della medesima palazzina, danneggiati dall’incendio della scorsa estate ed ora oggetto di lavori di sistemazione. In questo caso gli alloggi, che variano da 51 a 88 metri quadrati, saranno assegnati attingendo dalla medesima graduatoria. Saranno invece assegnati attingendo dalla nuova graduatoria che sarà stilata all’inizio del prossimo anno, i 42 alloggi che fanno parte delle due palazzine realizzate dall’Erap, sempre nel quartiere Savoia Marchetti.

L’Erap ha comunicato che questi alloggi saranno completati e consegnati entro il mese di aprile, offrendo pertanto una risposta immediata alle famiglie che saranno ricomprese nei primi 42 posti della graduatoria medesima. Dopo la cerimonia presso la sala consiliare, le otto famiglie assegnatarie delle abitazioni hanno potuto fare ufficialmente il loro ingresso. Accompagnati da sindaco e presidente dell’Erap, hanno visitato gli alloggi, esprimendo piena soddisfazione per la qualità dei locali e viva gratitudine per poter avere finalmente una abitazione adeguata alle loro aspettative.

“Ringrazio l’Erap ed il suo presidente per l’impegno a procedere a queste prime assegnazioni - ha sottolineato il sindaco Belcecchi - e soprattutto per la volontà di completare i restanti alloggi entro la prossima primavera. Si tratta di una risposta importante alle esigenze di abitazione da parte di una fascia sociale della popolazione che vive in situazioni di difficoltà. Sono certo che vi sarà una piena integrazione in un quartiere di recente costruzione e dove dunque sono presenti molte giovani famiglie. L’Amministrazione comunale, da parte sua, conferma l’impegno di sostenere l’edilizia popolare, come confermato dal nuovo piano regolatore che ha stabilito una percentuale significativa di residenzialità destinata proprio a questo particolare segmento”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 ottobre 2006 - 2023 letture

In questo articolo si parla di