contatori statistiche

sondaggio: Per i nostri lettori l'incendio alla Saf può essere doloso

1' di lettura 30/11/-0001 -
La notte dell'8 settembre bruciava lo stabilimento della Saf- Servizi Autonomi Farmacie di Jesi, in via Di Vittorio, danni per circa 30 milioni di euro e 140 i posti di lavoro persi.

di Alessandra Tronnolone


Nel sondaggio che abbiamo proposto: "Incendio allo stabilimento Saf" la maggior parte dei lettori, il 40%, hanno decretato di sospettare che si tratti di un incendio doloso.
Le motivazioni del gesto possono essere molteplici, ma la causa ufficiale dell'incendio è quella di un corto circuito all'impianto elettrico, sovraccaricato nell'ultimo periodo di lavoro e nello stabilimento non sono state trovate tracce di impiego di materiale combustibile.
Un consistente 30% di lettori pensa che la gravità dell'accaduto possa servire anche a qualcosa di buono, e cioè ad allargare e rinnovare lo stabilimento.
Si passa a tutt'altri toni pensando alle persone coinvolte nella tragedia che non potranno lavorare fin quando non si potrà tornare ad una situazione di normalità.
Il 10% dei lettori ritiene opportuno e giusto concedere a più dipendenti possibili la cassaintegrazione.
Un altro 10% ha invece il timore che la Regione Marche possa fare ben poco, mentre nessuno dei votanti al sondaggio ripone un'eccessiva fiducia nell'istituzione marchigiana.
Infine un altro 10% non ritiene opportuna nessuna delle precedenti affermazioni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 ottobre 2006 - 3543 letture

In questo articolo si parla di

Leggi gli altri articoli della rubrica sondaggio