contatori statistiche

Maiolati Spontini: la giunta impegnata nel tentativo di far quadrare il bilancio

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il sindaco Giancarlo Carbini, l’assessore al Bilancio Umberto Domizioli e il resto della Giunta sono al lavoro per definire la manovra finanziaria comunale dopo l’analisi dei capitoli di spesa avvenuta nei giorni scorsi in un agriturismo di Rosora.

dal Comune di Maiolati Spontini
www.maiolati.spontini.it


Il ritiro per elaborare il bilancio ha evidenziato tuttavia non poche difficoltà anche alla luce dei tagli agli enti locali previsti dalla Finanziaria. Tanto che Carbini e Domizioli parlano di “problemi da risolvere che si sono rivelati più numerosi e più difficili di quanto ci aspettavamo”.

L’esecutivo, dunque, è ancora impegnato a far quadrare i conti, e a centrare nello stesso tempo l’obiettivo, annunciato già prima della riunione con i capiarea e il direttore generale, di diminuire l’Ici sulla prima casa. Ma la volontà di non procedere a nessun aumento rischia di diventare di difficile attuazione. “I costi aumentano – osservano Carbini e Domizioli – le entrate diminuiscono e, pur operando ottimizzazioni, riduzioni di spese e tagli, non è possibile ridurre il livello di certi servizi, soprattutto quelli rivolti al sociale. Sicuramente sarà necessario adottare l’adeguamento Istat, a partire dal primo settembre 2007, sui trasporti scolastici e sulla mensa scolastica. L’obiettivo fondamentale di ritoccare in diminuzione l’Ici relativa alla prima casa resta confermato. Il minor gettito sarà compensato con la verifica del classamento degli immobili che il Comune ha affidato al Cis e che produrrà i suoi effetti a partire dal 2007 e si consoliderà negli anni successivi. Se confermate le ipotesi di maggior gettito dell’Ici, applicando il principio ‘pagare meno, pagare tutti’, si potrebbero aprire le condizioni per il consolidamento della diminuzione anche nel 2008”.

Gli amministratori fanno sapere che si è proceduta ad un’attenta analisi e verifica di tutti i costi, dell’utilizzo del patrimonio comunale, delle utenze telefoniche, gas, acqua ed energia elettrica e di quanto possa essere razionalizzato o ottimizzato.

L’analisi è ancora in corso ma dovrà produrre una riduzione delle spese. L’aumento dei costi del personale, degli appalti con società esterne, dei costi di manutenzione, dei carburanti, unito ai minori trasferimenti ipotizzati dalla Finanziaria obbligheranno a dei tagli sulle iniziative organizzate dal Comune e ad abbandonare ipotesi di nuovi progetti e di nuovi servizi. Riteniamo però che non sia solo una questione finanziaria ma una ingiusta attribuzione di competenze che portano a gravare sull’ente comunale costi che dovrebbero essere a carico dello Stato, della Regione o della Provincia. Parliamo degli interventi per favorire l’integrazione dei bambini stranieri, il sostegno dei disagiati, dei portatori di handicap, dei bambini ospitati in comunità, degli anziani e della loro assistenza sia domiciliare che in case di riposo: non possono gravare solo sull’ente locale e deve esserci una politica di interventi coordinata sul territorio, che agisca con maggior perequazione e distribuendo l’onere a carico di tutti i contribuenti e non solo di quelli del Comune dove risiede in quel momento il soggetto che ha necessità di sostegno e aiuto. Continuando a sollecitare interventi in tal senso stiamo verificando tutte le possibilità di chiudere il bilancio chiedendo anche un primo coinvolgimento dei cittadini nel prendere coscienza del momento che anche il Comune sta vivendo e che potrebbe portare, pur mantenendo elevato il livello di qualità dei servizi, ad una ottimizzazione degli stessi come tagliare il verde una volta in meno nel corso dell’anno, di contenere gli interventi a sostegno delle varie associazioni, di finalizzare gli obiettivi del Comune dove maggiormente si registra il bisogno e l’urgenza”.


La giunta al completo (il sindaco carbini è il primo a destra) con i capiarea e il direttore generale durante il ritiro di rosora.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 ottobre 2006 - 1251 letture

In questo articolo si parla di