contatori statistiche

Falconara: al Palabadiali vince la solidarietà

2' di lettura 30/11/-0001 -
Le “Prove di contaminazione” riempiono il PalaBadiali tra divertimento e riflessione.

dal Comune di Falconara
www.comune.falconara-marittima.an.it


Un numeroso pubblico di famiglie e giovani, domenica 22 ottobre, ha invaso il palasport falconarese per un pomeriggio di musica, giochi ed informazione attorno alle malattie metaboliche ereditarie, patologie rarissime (5 casi su 10.000 abitanti) che colpiscono i bambini generalmente nei primi anni di vita e costituiscono un’importante, anche se trascurata, area della medicina pediatrica, rappresentando una rilevante causa di mortalità in questa categoria di età.

Attorno agli spettacoli musicali, alle esibizioni di danza con le ballerine della palestra Palloni e gli atleti della squadra regionale di taekwondo e all’animazione degli scout del Falconara 2, gli interventi di esponenti della politica e del mondo della sanità che hanno partecipato alla giornata in favore della Cometa A.S.M.M.E. di Legnaro (PD), l’associazione nata per sostenere le persone colpite da questo tipo di malattie e le loro famiglie, oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la ricerca.

Numerosi gli stand per intrattenere i più piccoli: dal Trucca Bimbi gestito dalle animatrici della “Scatola Magica”, allo spazio murales dove i bambini, “bardati” di plastica per non sporcare i vestiti, hanno sfoderato tutta la loro fantasia a colpi di tempera, fino allo stand gastronomico, un ricco buffet di cibi specifici (aproteici, privi di glutine o senza zuccheri) con alcune associate della Cometa ad illustrare questo tipo di alimentazione. E’ stato inoltre presentato il libro “Un amico speciale” che, sottoforma di favola, promuove l’integrazione tra i bambini nelle scuole.

La giornata è stata patrocinata da Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Falconara e realizzata in collaborazione con l’Istituzione Jessie Owens e il Centro Più – Ups.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 ottobre 2006 - 2182 letture

In questo articolo si parla di