contatori statistiche

L'Amministrazione ferma sulle prescrizioni del Paer

1' di lettura 30/11/-0001 -
L’Amministrazione comunale prende atto con soddisfazione che la Regione Marche abbia deciso di mantenere le attuali prescrizioni del Piano energetico ambientale, soprassedendo pertanto alle nuove richieste di realizzazione di centrali di produzione di energia elettrica, in particolare quella dell’Api di Falconara.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Era questa una richiesta che il Consiglio comunale di Jesi aveva inoltrato alla Regione con un documento nel quale si sottolineava come nella bassa valle dell’Esino fossero già presenti tre centrali per la produzione di energia e che un nuovo impianto potrebbe alterare in maniera irreversibile il già precario equilibrio ambientale.

Nel documento il Consiglio comunale, richiamandosi anche alla lettera sottoscritta dal sindaco Fabiano Belcecchi insieme ai primi cittadini di altri 8 Comuni, ribadiva che la proposta della nuova centrale dell’Api “è in difformità rispetto a quanto previsto dal Piano energetico ambientale regionale, è in difformità con il Piano territoriale di coordinamento provinciale che individua in tutta la pianura una “Fascia della continuità naturalistica” nella quale sono esclusivamente ammessi solo interventi diretti alla produzione agricola, è infine incompatibile con il piano di risanamento approvato dall’intesa Regione - Comuni ricadenti nell’area classificata ad elevato rischio di crisi ambientali”.

L’Amministrazione comunale, nel prendere atto che la decisione della Regione è comunque temporale (un anno), assicura che continuerà anche in futuro a mantenersi ferma in questa posizione.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 ottobre 2006 - 1144 letture

In questo articolo si parla di