contatori statistiche

Chiaravalle: Finanziaria e crisi SCAC al centro dell'assemblea provinciale DS

3' di lettura 30/11/-0001 -
La presentazione della Finanziaria 2007 e la vicenda dello stabilimento SCAC di Cesano sono stati al centro dell’Assemblea dei Segretari di Sezione dei Democratici di Sinistra della Federazione di Ancona che si è svolta ieri, venerdì 27 ottobre presso l’Isola di Chiaravalle. Ad aprire i lavori il Segretario provinciale Emanuele Lodolini.

dai DS
della Provincia di Ancona


La legge finanziaria e i provvedimenti collegati in esame alla camera, rappresentano una svolta negli indirizzi di politica economica e finanziaria. Partendo da una situazione disastrosa ereditata dal precedente governo, i principali obiettivi della manovra sono la riduzione del debito pubblico, sostegno alla crescita e equità sociale e fiscale.

Nei prossimi giorni partirà una campagna di mobilitazione con iniziative, incontri con i cittadini e tutti gli strumenti di comunicazione adeguati per analizzare le misure della Finanziaria 2007 che blocca il declino e consente di riprendere il cammino della crescita.

A questa manovra, un primo passo verso il risanamento del Paese, deve ora seguire una seconda fase di riforme strutturali capaci di incidere permanentemente sulla qualità e la misura della spesa pubblica.

Occorre inoltre un impegno maggiore di tutti affinché migliori la capacità di ascolto finora esercitata, consapevoli che ciò aiuta a superare le incomprensioni e le difficoltà incontrate nel rapporto con parti importanti della società italiana in relazione alla bontà e all’efficacia delle misure contenute nella manovra di bilancio.

Non solo è possibile migliorare la manovra, intervenendo in particolare sulle fasce di reddito medio-basse e sulle misure per le piccole imprese ma è anche necessario cominciare a costruire insieme al centro sinistra, un'agenda delle riforme.

I Democratici di Sinistra sono impegnati a favorire la positiva conclusione della discussione in corso sul miglioramento di alcune importanti misure, come, ad esempio, per l’università e la ricerca.

Il varo della legge finanziaria e dei provvedimenti collegati può aprire una stagione ricca di opportunità perché l’Italia riprenda la via dello sviluppo equo e solidale, una sfida che il governo dell’Unione non può e non deve perdere.

In merito alla decisione irrevocabile comunicata dalla proprietà del gruppo Fruttagel di chiudere dal 1° gennaio 2007 lo stabilimento di Cesano, i Democratici di Sinistra della Federazione di Ancona sono al fianco di quei 200 lavoratori, dipendenti fissi e stagionali, che in questo momento vedono seriamente messo a rischio il posto di lavoro.

Siamo comunque impegnati a tutti i livelli, in ogni sede e con ogni mezzo nella ricerca di percorsi possibili per uscire dalla crisi.
Condividiamo, a tal fine, l’iniziativa dell’Amministrazione comunale volta all’individuazione di un tavolo di concertazione con parti sociali ed istituzioni, con l’obiettivo di verificare l’attivazione di possibili processi di riorganizzazione, riconversione o di nuovi partnenariati in grado di scongiurare i licenziamenti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 ottobre 2006 - 1410 letture

In questo articolo si parla di