contatori statistiche

Polverigi: creatività in formato… digitale

3' di lettura 30/11/-0001 -
La propone, ancora una volta, Inteatrofestival, con “Digitateatro”, rassegna per le scuole con laboratori e spettacoli che sperimentano a Polverigi soluzioni multimediali legate al teatro.

da Inteatrofestival
www.inteatro.it


Con “Digitateatro”, Inteatrofestival prosegue la sua attività di esplorazione sulle nuove forme di creatività nell’era del digitale e della multimedialità, attività condotta attraverso numerose iniziative tra le quali il progetto di produzione formazione e divulgazione ADE Art Digital Era e la collaborazione con il Center for Digital Storytelling di San Francisco, un organismo di ricerca nato all'inizio degli anni '90 e che riunisce artisti e progettisti di nuovi media.

Il primo appuntamento di “Digitateatro” sarà il 2 novembre al Teatro della Luna con la Compagnia TPO che torna a Polverigi con il nuovo spettacolo interattivo “CCC Il Giardino Italiano” dopo il grande successo riscosso nell’edizione 2004 del Festival Internazione con “CCC il giardino giapponese”.

CCC [children cheering carpet] è una trilogia di spettacoli interattivi che il TPO ha dedicato alla poetica del giardino e alla danza; al centro c’è un ambiente teatrale capace di interagire con il pubblico infantile per mezzo di un tappeto danza dotato di 63 sensori a pressione e collegati via computer al sistema di videoproiezione e al sistema di sonorizzazione.

Concepito come metafora del mondo classico ma anche luogo di fascinazione e sorpresa, “CCC Il Giardino Italiano" - firmato nella regia da Francesco Gandi e Davide Venturini - è anche un'opera d'arte vivente che dal Rinascimento si sviluppa mutando forme e riferimenti nel corso dei secoli. Nello spettacolo due danzatrici accompagnano il pubblico in cinque ambienti diversi - il giardino delle ombre, il labirinto, il teatro di verzura, il giardino notturno, il teatro d'acqua - e ci introducono alle meraviglie di un mondo nascosto. Il loro danzare nell'erba, il loro interagire con le geometrie classiche del giardino italiano, crea tanti piccoli siparietti in cui i personaggi si muovono come putti scherzosi. Il pubblico (ragazzi e adulti) potrà entrare e giocare in questo “giardino sensibile”, composto da un tappeto bianco sul quale vengono proiettate immagini animate liberamente ispirate alle meraviglie di alcuni giardini storici italiani presenti in Toscana, Villa Gamberaia, Villa Reale, Villa Schifanoia ed altri.

Il progetto “Digitateatro” proseguirà con un laboratorio di tre giorni con Adriana Zamboni che si concluderà il 4 dicembre al Teatro della Luna di Polverigi con lo spettacolo “Teleracconto In-colore”.

Il progetto è inserito nella rassegna Area 5.1 organizzata nei comuni di Arcevia, Chiaravalle, Montemarciano, Monte San Vito, Polverigi, in collaborazione con la Provincia di Ancona






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 novembre 2006 - 1015 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV