contatori statistiche

Falconara: prosegue l'opera di risanamento del bilancio

3' di lettura 30/11/-0001 -
Nell’ambito della politica di risanamento del bilancio comunale, il Consiglio Comunale di lunedì 27 novembre ha approvato tre importanti atti riguardanti i debiti fuori bilancio e dei relativi provvedimenti di finanziamento

dal Comune di Falconara
www.comune.falconara-marittima.an.it


. L’atto di indirizzo approvato (12 voti favorevoli, 4 contrari) per l’alienazione di parte del patrimonio immobiliare comunale, ritenuto non strategico, porterà oltre 3 milioni di euro nelle casse dell’Ente. All’asta pubblica andranno lo stabile di via Flaminia 600-602 (per una cifra stimata di 1.474.800 euro), gli appartamenti ai civici 10 e 12 di via Roma (237.600 euro uno e 173.600 euro l’altro), il magazzino di via IV Novembre (102.000 euro), una casa colonica attualmente non utilizzata in via Clementina (113.000 euro), quattro locali uso negozio attorno alla Sala Mercato di corso Bixio (per un valore totale di 217.000 euro), l’Ufficio Ambiente di via Cavour (186.000 euro) e l’ex-circolo cittadino di via Bixio 90 (534.800 euro).

Questo provvedimento darà il via alla possibilità di ricondurre le spese delle partecipate all’interno della spesa corrente, come previsto dalle norme vigenti. Attività sociali, culturali, turistiche e sportive, infatti, non era state previste nel Bilancio 2006. In dettaglio il Comune riconoscerà alla Together, per le prestazioni riguardanti i servizi sociali, la somma di 1.161.839 euro, all’Istituzione Jessie Owens 676.842 euro, per le attività culturali 736.478,90 euro, per turismo e politiche giovanili 120.640,10, oltre alle spese per la transazione con l’Adriatica Costruzioni (216.256,05 euro) e quelle relative alla sentenza Fin. Im. Par (140.743,95 euro). Questo secondo punto è stato approvato con 11 voti favorevoli e 5 contrari)

Il terzo atto approvato dal Consiglio Comunale (11 favorevoli, 5 contrari) riguarda il riconoscimento dei debiti fuori bilancio relativi alle spese in conto capitale. Le somme derivanti da mutui già accesi consentiranno di dare la copertura finanziaria a lavori che riguardano gli edifici scolastici (manutenzioni straordinaria della elementare “Da Vinci”, sistemazione esterna della materna “Aquilone”, sistemazione giardino al nido di Castelferretti), la spiaggia (manutenzione straordinaria arenile, realizzazione sottoservizi in particolare presso lo stabilimento ex-84° Battaglione Venezia), lo sport (fondo di gioco del Palaliuti, lavori di sistemazione del campo Amadio). Per quanto riguarda il campo sportivo Amadio, danneggiato dopo l’alluvione del 26 settembre, il Comune anticiperà le spese in attesa dello stanziamento dei fondi regionali e dei risarcimenti delle compagnie assicurative. Stesso passaggio per gli urgenti lavori che hanno interessato il sottopasso veicolare di Villanova, il piano interrato della scuola Zambelli e la palazzina del custode del PalaBadiali. Un totale di 955.516,10 euro che saranno finanziati da 375.000 euro di mutui non utilizzati e da 580.516,10 euro di parte del mutuo contratto per la fondazione “Altrotempo”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 novembre 2006 - 1477 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV