Quantcast

Fabriano: riappaltati lavori per costruire pista ciclabile

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sarà la ditta Impresa Mecella di Mecella Gino e C. snc di Matelica a realizzare la nuova pista ciclabile di Fabriano. La ditta matelicese ha vinto la gara di riappalto a seguito della risoluzione del contratto con la Costruzione Flores Eufemia srl di S.Eufemia d’Aspromonte, vincitrice della prima gara d’appalto.

dal Comune di Fabriano
www.comune.fabriano.an.it


Il Comune per la realizzazione dell’opera spenderà 251.274,94 euro di cui 209.262,81 a base d’asta soggetto a ribasso, € 4.270,67 per oneri di urbanizzazione non soggetti a ribasso ed € 37.741,51 per somme a disposizione. La ditta vincitrice ha offerto un ribasso pari al 16,448 per cento.

Le somme necessarie provengono dalla vendita di immobili di proprietà comunali, somme che l’amministrazione comunale ha già incassato. Al finanziamento dell’opera ha concorso l’associazione “Accendi Fabriano” con la somma di 100.000,00 euro utilizzati per ampliare la realizzazione già prevista dal progetto originario che era pronto per l’appalto nel mese di novembre 2005.

Con la somma infatti, è stata acquistata un’area contigua ed è stata aumentata la lunghezza della pista che così raggiunge quasi due chilometri. “Si tratta di una opera di rilievo – dice Giuseppe Mingarelli, vice sindaco ed assessore ai lavori pubblici – come peraltro è messo in evidenza dall’importo dell’appalto. Purtroppo il riappalto dell’opera comporta uno slittamento dei tempi di realizzazione e ciò ci dispiace anche per le attese da parte degli appassionati di uno sport che ha un largo seguito. La pista sarà in asfalto, avrà una lunghezza di quasi due chilometri, sarà recintata e illuminata.

Sarà realizzata tra via Aldo Moro e piazzale Petruio, nella zona degli impianti sportivi” “Nel giro di qualche mese –aggiunge il sindaco Roberto Sorci – avremo un pista che soddisferà i tanti appassionati che negli ultimi anni ci hanno presentato ipotesi e suggerito progetti. Non appena abbiamo avuto a disposizione la somma necessaria abbiamo operato concretamente sulla scia di una logica che è alla base della nostra azione amministrativa: elevare la qualità della vita della città anche ai fini dello sviluppo futuro. Se la qualità della vita è buona, se i servizi cioè sono all’altezza delle aspettative, è più facile che possano esserci aziende, manager, singoli imprenditori che decidano di approdare dalle nostre parti contribuendo in questo modo alla crescita della città e del territorio”.

Il progetto è del geom. Gianni Cipriani che ne sarà anche il direttore dei lavori che dovranno essere conclusi entro 120 giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2006 - 3116 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV