Quantcast

Maiolati: pannelli solari sul tetto della scuola materna

2' di lettura 30/11/-0001 -
Pannelli solari sul tetto delle scuole per produrre energia a basso costo e rispettare l’ambiente. E’ una procedura innovativa ed “ecologicamente corretta” quella attuata dall’amministrazione comunale maiolatese.

dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it


Nelle scorse settimane l’Ufficio tecnico ha emesso un bando di gara per l’affidamento in concessione della costruzione e gestione di un impianto fotovoltaico presso la scuola materna “Rodari” di Moie. L’importo complessivo dell’intervento è stato stimato in 400 mila euro. La gara è stata aggiudicata all’Ati, associazione temporanea d’Impresa, General Impianti di Moie ed Escomarche di Ancona.

La concessione prevede una durata di 19 anni, mentre il rapporto fra durata ed efficienza dell’impianto è previsto per almeno 30 anni. Sul tetto della scuola verranno, dunque, posizionati 312 pannelli, orientati in direzione sud, che avranno una potenza nominale di 50 kW. La potenza erogata potrà coprire con sovrabbondanza la richiesta della scuola materna e dell’asilo nido, con le relative mense annesse. La ditta aggiudicataria recupera l’investimento attraverso l’incentivo di 0,46 euro per ogni kWh prodotta e da tutta l’energia non utilizzata dal Comune che viene rivenduta all’Enel con la cui rete il sistema è collegato.

L’energia prodotta non utilizzata dal Comune viene quindi immessa in rete e ciò comporterà un consistente risparmio. L’inizio dei lavori, la cui durata sarà circa un anno, è previsto nel prossimo mese di aprile. “Si tratta di un importante investimento per il Comune - spiega il sindaco Giancarlo Carbini – finalizzato sia al contenimento dei costi, sia soprattutto alla produzione di energia pulita da fonti alternative, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Tale sistema alternativo consente di non immettere nell’atmosfera un significativo quantitativo di anidride carbonica altrimenti necessaria per la produzione della stessa energia con le fonti tradizionali. Un riflesso quindi positivo anche sull’effetto serra: un problema sempre più d’attualità. Ci auguriamo che il progetto abbia seguito non solo per le strutture comunali ma anche nei progetti realizzati dai privati. L’investimento, infatti, non prevede nessun costo diretto per il Comune grazie all’interessante forma innovativa della concessione, in base alla quale l’investimento viene realizzato dalla ditta aggiudicataria che si remunera con i benefici del Conto Energia”.

L’appalto è stato coordinato dall’assessore ai Lavori pubblici Umberto Domizioli con il determinante contributo del vicesegretario comunale Enzo Contadini e della responsabile dell’Ufficio tecnico Nicla Paola Frezza.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 febbraio 2007 - 1480 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV