Quantcast

Chiaravalle: uomo in gravi condizioni dopo aver bevuto una sostanza tossica

1' di lettura 30/11/-0001 -
Un barista beve accidentalmente una sostanza tossica scambiata per succo di frutta e finisce ricoverato in ospedale.

di Leonardo Bartera
redazione@viveresenigallia.it


Vittima dell'incidente è Guido Palimiri, 37 anni, co-gestore del bar della Bocciofila di Chiaravallese, dove è accaduto lo sfotunato "equivoco".

L'uomo infatti avrebbe bevuto una sostanza acida utilzzata per le lavastoviglie contenuta all'interno di una bottiglia di succo di frutta. Visto che il paziente è stato ricoverato all'ospedale di Torrette in prognosi riservata, il caso è finito in mano agli inquirenti che hanno fatto chiarezzza sulla dinamica dell'incidente.

Stando a quanto appurato, sembra che la compagna di Palmiri avesse inserito il liquido tossico in una bottiglia vuota di succo di frutta, lasciata accidentalmente nelle vicinanze del bancone.

L'uomo ha bevuto qualche sorso direttamente dalla bottiglietta, e quasi subito si è accorto che non si trattava di succo, bensi' di un liquido altamento tossico.

L'allarme è scattato subito anche se inizialmente le condizioni dell'uomo non sembravano particolarmente critiche. La situazione è però peggiorata una volta raggiunto il pronto soccorso dell'ospadale di Ancona dove l'uomo è ricoverato in prognosi riservata.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 febbraio 2007 - 1085 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV