Quantcast

Record di adesioni per l'Assivip

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’Assivip, nella riunione del 29 Gennaio u.s., ha deliberato di accettare le richieste di adesione a Socio di altre 4 Aziende: Casalfarneto, Conti di Buscareto, La Capinera ed Umani Ronchi che vanno ad aggiungersi alle altre 44 Cantine situate sulle 4 Provincie del territorio regionale.

da Giancarlo Rossi
www.assivip.it


La consapevolezza che nel mondo vinicolo non sempre il piccolo è bello e la volontà di condividere con altri soggetti programmi promozionali importanti volti a valorizzare il territorio e le produzioni vitivinicole regionali hanno accelerato le adesioni negli ultimi mesi.

L’Assivip che oggi è costituita in Cooperativa Agricola per uniformarsi alle nuove leggi in materia, sta continuando con successo l’attività della precedente gestione come Associazione di Produttori che per 14 anni col contributo regionale unitamente a quello dei Soci, ha progettato e portato a temine significative azioni promozionali allo scopo di far emergere tutte le positività all’interno del comparto enograstronomico della Regione Marche.

L’Enoteca Regionale Sezione di Jesi gestita dal Settembre 2000, sta registrando significativi risultati: anche l’anno 2006 ha fatto registrare una crescita delle presenze e dei ricavi nell’ordine del 20% rispetto all’anno precedente. Tante inziative volte a diffondere la conoscenza delle eccellenze gastronomiche agli appassionati italiani ed agli stranieri che fanno continuamente visita alle splendide cantine di Palazzo Balleani.

I corsi per sommeliers che sono iniziati in questi giorni stanno registrando adesioni oltre le aspettative, le serate a tema stanno andando molto bene sia all’interno dell’Enoteca che quelle realizzate in altri locali.
Molti eventi significativi sono in via di realizzazione tra cui una grande iniziativa a Roma alla quale hanno aderito 40 Aziende vitivinicole e 6 produttori di prodotti tipici. Le Marche soffrono di notorietà ed il mercato sta risentendo ancora della crisi economica che ha colpito diversi settori.

Occorrono investimenti pubblici e privati per far ripartire il settore agricolo, un settore al quale il vino è rimasta l’unica ancora di salvezza.
I produttori lo hanno capito e l’Assivip si pone come soggetto protagonista per questa fase determinante non solo per la salvezza ma per lo sviluppo delle vitivinicoltura marchigiana.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 febbraio 2007 - 1498 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV