Quantcast

Fabriano: luci spente venerdi per M'illumino di meno

6' di lettura 30/11/-0001 -
Venerdi 16 febbraio, alle ore 18, spegnete le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili.

dal Comune di Fabriano
www.comune.fabriano.an.it


E’ quanto chiede ai cittadini anche il Comune di Fabriano che ha aderito alla terza edizione dell’iniziativa denominata "M'illumino di meno" indetta dalla nota trasmissione “Caterpillar” di Radio Rai Due.

Nelle due precedenti edizioni M’illumino di meno ha avuto un enorme successo ed i cittadini si sono impegnati in una coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali. Lo scorso anno si risparmiò, nella sola ora e mezza di durata della trasmissione radiofonica collegata all'iniziativa, l'equivalente del consumo medio quotidiano di una regione come l'Umbria. Quest’anno l’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero delle Politiche Agricole.

Semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, astrofili, società sportive, gruppi scout, istituzioni, associazioni di volontariato, università, cral aziendali, negozianti e artigiani uniti per diminuire i consumi in eccesso e mostrare all’opinione pubblica come un altro utilizzo dell’energia sia possibile. L’obiettivo è quello di ridurre i consumi di energia elettrica attraverso una buona pratica che consente di eliminare gli sprechi e le inefficienze, grazie anche ad una gestione più attenta degli elettrodomestici, dell’illuminazione, del riscaldamento nella vita quotidiana e all’uso degli elettrodomestici e lampade ad alta efficienza.

Il Comune di Fabriano ha aderito prevedendo lo spegnimento parziale della pubblica illuminazione lungo le seguenti vie o spazi per un totale di sedici luoghi : Viale Zonghi, Via Moccia, Via Loreti, Via la Spina, Viale XIII Luglio, Corso della Repubblica tranne la Piazza del Comune, Via Cialdini fino a piazza S. Niccolò, Via Aldo Moro, Viale Stelluti Scala, Viale Campo Sportivo, Via Bruno Buozzi, Via Lamberto Corsi, Via Dante, Via Pietro Nenni., oltre che nel Parco di Viale Moccia.

Il Comune, inoltre, vuole dare la massima diffusione al decalogo delle buone pratiche per il risparmio energetico ai cittadini invitando anche i dipendenti di tutte le strutture comunali ad attuare quanto in esso contenuto, sperimentando pertanto le buone pratiche del risparmio energetico attuabili in ufficio e compatibili con il normale svolgimento dell'attività lavorativa.

1 -spegnere le luci quando non servono
2 -spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3 -sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare
4 -mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l'acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5 -se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6 -ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7 -utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8 -non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9 -inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10 -utilizzare l'automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 febbraio 2007 - 1149 letture

In questo articolo si parla di





logoEV