Quantcast

Castelplanio: 8° fiera campionaria Vallesina Expo

3' di lettura 30/11/-0001 -
Torna l’Expo Vallesina. La fiera campionaria nella zona industriale - ospitata nella struttura della Profili Costruzioni (a fianco dell’Oceano) ha acceso i motori per l’ottava edizione che si svolgerà dal 21 al 25 aprile.

da ExpoMarche


L’altra sera si sono riuniti in una simpatica conviviale in un noto ristorante di Pozzetto, gli organizzatori della manifestazione e gli amministratori di molti Comuni della Vallesina, in primis quelli di Castelplanio e Maiolati che sono co-organizzatori della Fiera assieme alla Cna e Confartigianato. Motivo del summit la consapevolezza che la Campionaria è una vetrina importante per le realtà produttive di un’area vasta e che le amministrazioni comunali sono supporti essenziali. Il direttore di Expo Marche Srl, Tazio Gregorini, dopo aver ricordato l’escalation di successi della Campionaria nei suoi primo quattro anni a Jesi e poi, ancora di più, nei tre anni alla zona industriale di Castelplanio “grazie alla collaborazione dei Comuni e al patrocinio di Regione Marche e Provincia di Ancona”, ha detto che “la manifestazione deve fare un salto di qualità coinvolgendo sempre più aziende del territorio e altre, anche da fuori regione, interessate al territorio. Sono certo che questa maggiore qualità sarà realizzata già da quest’anno” ha concluso Gregorini, “sia perché Regione e Provincia sosterranno concretamente l’iniziativa grazie anche all’impegno del consigliere Fabio Badiali, sia perché il crescente successo di visitatori diventa un richiamo eccellente”.

Il vice sindaco di Castelplanio, Roberto Ragaini, ha portato i saluti del primo cittadino Luciano Pittori (influenzato), e ha rimarcato il dato favorevole tra nuove imprese che nascono e quelle che chiudono. “Questa è la migliore dimostrazione di un territorio vivo e coraggioso, tutt’altro che in degrado, e il successo della Campionaria è in qualche modo consequenziale alla dinamicità commerciale e produttiva della Vallesina”. Il sindaco di Maiolati, Giancarlo Carbini, ha affermato che “sinceramente non pensavo che l’Expo Vallesina crescesse così, ne sono contento perché allarga la presenza anche al settore enogastronomico e diventa supporto concreto alle realtà produttive”. Questo però, è stato solo il preambolo, perché Carbini ha aggiunto che “questo territorio è carente di infrastrutture, la più evidente è il mancato proseguo dei lavori per il raddoppio ferroviario”.

Un cavallo di battaglia di Carbini, che ha concluso sollecitando Provincia e Regione a far sì che Ferrovie Italiane conceda alla provincia di realizzare lo svincolo stradale che eliminerebbe il passaggio a livello sul ponte di Moie. Dopo gli interventi di molti sindaci e amministratori, si è parlato dell’idea di realizzare uno spazio espositivo permanente di duemila metri quadrati a margine della zona industriale e artigianale di Castelplanio. Una struttura importante, vero indispensabile supporto a tutta l’area produttiva. La realizzerebbe la Profili Costruzioni a sue spese per poi concederla in affitto temporaneo alle varie iniziative espositive che vi si andrebbe a organizzare. Tutti i convenuti si sono dichiarati favorevoli. Ora l’idea sarà perfezionata per diventare progetto.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 febbraio 2007 - 2032 letture

In questo articolo si parla di confartigianato





logoEV