Quantcast

Un'officina presa di mira dai ladri: tre furti in sei mesi

1' di lettura 30/11/-0001 -
È il terzo furto in 6 mesi, oltre all'allarme qui ci vuole un po' di fortuna”. Non sa più che fare Luigi Berluti, titolare dell'azienda Adriatica Parts in via Capannini 11 dopo l'ennesimo furto subito mercoledì notte.

di Riccardo Silvi


In questi ultimi sei mesi sono entrati 2 volte qui nel magazzino e anche in casa sotto le vacanze di natale”. Berluti che ha una officina di ricambi per auto e veicoli industriali, mercoledì sera dopo aver chiuso l'esercizio ed attivato l'allarme se ne è andato tranquillo lasciando l'incasso nel registratore: “solitamente lo porto via con me - ha raccontatto Berluti - ma mercoledì fra una cosa e l'altra, dopo aver attivato l'allarme me ne sono andato”.

Il ladri sono entrati nell'officina forando con un cacciavite una sottile parete in cartongesso che divide il magazzino da un altro: “con molta probabilità i ladri avevano già da tempo preparato questo colpo. Sono entrati nell'unica zona non coperta dai sensori dell'allarme - continua Luigi - e passando da una finestrella sono arrivati in ufficio dove c'era la cassa. I malviventi non hanno percorso il corridoio coperto da allarme”.

Il bottino era di circa 1500 euro, cifra irrisoria in confronto ai danni procurati a Berluti: una parete da rifare un registratore di cassa sottratto.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 febbraio 2007 - 1396 letture

In questo articolo si parla di





logoEV