Quantcast

Volley: ottima prova della Monte Schiavo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Inizia bene la gara la Vini Monte Schiavo: si crea un piccolo vantaggio di due punti che riesce a gestire ed ampliare fino alla conclusione del set (8-6 e 16-14).

da Monte Schiavo Banca Marche


MONTE SCHIAVO BANCA MARCHE JESI 3: Petkova 8, Togut 7, Giogoli, Marinova, Rinieri 9, Bown, Zilio L, Jaqueline 17, Calloni 10, Cella 4, Zamora 7. All. Abbondanza

VAKIFBANK GUNES ISTANBUL 0: Hakyemez 9, Kirdar G. 1, Yeldan L, Ozbek, Soroglu 4, Correa 6, Shopova 6, Kotelnikova 13, Kirdar O. All. Buzayev

ARBITRI: Jativa Rodriguez (ESP) e Vassilis Adonoulis (GRE)

PARZIALI: 25-20, 25-18, 25-20

NOTE: durata set: 25’, 21’, 22’; Monte Schiavo: attacco 55%, battute errate 10, battute vincenti 4, ricezione 77% (perfetta 66%), muri 11; Vakifbank: attacco 35%, battute errate 7, battute vincenti 3, ricezione 63% (49%), muri 6.

Le padrone di casa sono più efficaci in attacco (56% contro il 36% delle ospiti) e trovano nella brasiliana Jaqueline una marcia in più (8 i punti per lei al termine del parziale).
Sul 23-17, le turche tentano la rimonta. Abbondanza chiama time-out sul 23-19: c’è spazio per un altro punto delle ospiti prima dei due muri conclusivi di Calloni e poi di Petkova e Cella.

Dopo un buon avvio del Vakifbank (0-2), la Vini Monte Schiavo riprende in mano l’iniziativa del gioco con autorità (10-6). La formazione turca riesce a non perdere eccessivo terreno, sfruttando qualche errore delle rossoblu (11-10 e 13-12). La Vini Monte Schiavo non si scompone e trova subito i giusti rimedi: al secondo time-out tecnici è infatti avanti 16-12.
Rinieri attacca con grande puntualità e rende difficile il recupero di Ozbek e compagne. L’attacco delle padrone di casa fa la differenza (63% contro il 28% delle avversarie). Buzayev chiede time-out prima sul 22-18 e poi sul 23-18: con grinta Rinieri infila due punti consecutivi e chiude il set.
La Vini Monte Schiavo, grazie al risultato dell’andata, è così qualificata per il turno successivo.

Nel terzo set non si ferma la Marcia delle padrone di casa (8-5 e 16-13). Il tecnici Abbondanza dà spazio a tutte le sue giocatrici, confermando nel sestetto Zamora al posto di Togut (uscita sul finire del set precedente) e inserendo Cella per Rinieri e poi Giogoli per Marinova.
Il risultato non cambia, il Vakifbank deve inseguire una Vini Monte Schiavo che gioca in scioltezza, senza incontrare problemi, a parte le iniziative di Kotelnikova.
Abbondanza richiama in panchina le sue giocatrici sul 22-19 per lanciare la volta finale nella massima concentrazione. Un ace di Jaqueline propizia il match-ball: la gara si chiude con un attacco out di Correa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 febbraio 2007 - 1510 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV