Maxi operazione di controllo sul territorio dei Carabinieri: ben 9 le denunce

30/11/-0001 -
E’ di nove denunce in stato di libertà e di cinquanta controlli agli arrestati domiciliari e alle persone sottoposte a provvedimenti restrittivi il bilancio complessivo dell'operazione di controllo a tappeto messa in campo nei giorni scorsi dai Carabinieri di Jesi.

di Giulia Mancinelli
redazione@viverejesi.it


Una maxi operazione che ha visto la presenza sul territorio di 80 pattuglie, con 160 uomini, impegnati in attività preventiva, di controllo del territorio, degli esercizi pubblici e della circolazione stradale.

A Jesi i Carabinieri hanno deferito all’Autorità Giudiziaria D.A., un ottantenne del luogo, che, in preda a un forte stato di agitazione, aveva minacciato con un coltello la propria moglie. I militari intervenuti a seguito della chiamata della donna,sono riusciti a placare l'anziano che è stato trasferito all'ospedale di Jesi e sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio.

A Monte San Vito i carabinieri hanno sorpreso O.D., una barista trentenne, in possesso 5 biglietti “gratta e vinci” rubati poco prima nel bar dove lavorava. I biglietti sono stati restituiti al titolare mentre la donna è stata denunciata per furto. Sempre a Monte San Vito i Carabinieri, a conclusione delle indagini relative a un furto in un'abitazione verificatosi lo scorso 20 luglio quando i ladri oltre a prelevare pochi contanti reperiti in casa si erano impossessati di una nuova Passat SW, hanno individuato quale autore del reato un cittadino albanese di trenta anni che è stato denunciato per il reato di furto aggravato.

I carabinieri di Monte San Vito hanno inoltre sorpreso nella frazione di Borghetto G.L., sessantenne di origine Siciliana, gravato da numerosi precedenti penali, a bordo della cui auto è stato trovato un manganello di fattura artigianale. L'uomo è stato denunciato per porto abusivo di strumenti atti ad offendere.

Sono stati inoltre assicurati intensi controlli sulle principali arterie stradali per la prevenzione degli incidenti stradali; in particolare, sono stati segnalati alla Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza , A.B., cinquantenne di origine pugliese, A.B., trentenne marocchino, M.F., venticinquenne di Jesi, e C.R., ventiseienne sempre di Jesi. Inoltre è stato segnalato alla Magistratura L.B. trentenne di Jesi per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. A tutti è stata ritirata la patente di guida.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 agosto 2007 - 1129 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

01 agosto, 08:47
...è così che vogliamo le forze dell'ordine!!!<br />
<br />
--alfredo