Quantcast

Falconara: calcio, la Falco vuole tornare a volare

3' di lettura 30/11/-0001 -
E’ stata presentata ieri la rosa della Falconarese che parteciperà al prossimo campionato di Prima Categoria, ma gli obiettivi della società sono ben altri. Sottobanco si parla di Eccellenza nel giro di tre anni, ufficialmente, invece, si punta a lottare tra le prime della serie durante la stagione 2007/08 per raggiungere la Promozione. Poi, chissà.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Tante le novità, a partire dal fronte societario. Giorgio Leonardi lascia la presidenza e cede a Mario Spurio, 56 anni, matelicese e già dirigente del Fabriano formato playoff per l’Eccellenza di due stagioni fa. “Abbiamo sentito l’esigenza – spiega il direttore generale Damiano Bastianelli – di rivitalizzare la squadra perché in vista del 90° anniversario dalla fondazione vorremmo essere in una categoria più adeguata. D’accordo con Leonardi, al quale va tutto il nostro ringraziamento, abbiamo dato vita ad un progetto che speriamo dia i suoi frutti”.

Un appuntamento con la storia che arriverà nel 2009 ma intanto si rinforza anche la squadra. Il nuovo allenatore è Marco Moschini, già allenatore di Senigallia Calcio e San Marcello che si dice “onorato della chiamata della Falco, che è un club che spicca nel panorama regionale per tradizione e blasone. Trovare un accordo non è stato difficile”.

Poi i giocatori. Ad una rosa formatasi prevalentemente nel settore giovanile, si sono aggiunti giocatori di categoria superiore per tentare il balzo. A guardia della porta è stato scelto Andrea Molinari, reduce dalla trionfale stagione con l’Osimana in Promozione. In difesa gli innesti di Federico Mandolini, ex Fano, Vigor Senigallia e Belvederese, e Andrea Serafini, lo scorso anno al Cicogna, promettono solidità ed esperienza. In linea mediana, invece, Davide Capra dal Potenza Picena e Daniele Mengarelli dal Marina fanno intendere una formazione a trazione anteriore. Una conferma, invece, che per l’abilità del piede vale come un acquisto, è quella di Michele Domenichetti, corteggiatissimo ad ogni campagna acquisti dalle altre rivali ma da sempre attaccato alla Falco.

Per l’attacco invece un gradito ritorno al Roccheggiani: si tratta di Daniele Duca, già protagonista della storica promozione in Eccellenza nella stagione ‘90/’91, che, dopo 15 anni, torna sul rettangolo verde falconarese. Suo, tra l’altro in quell’anno, il gol del definitivo 3-1 sul neutro di Fano nella finalissima contro il Lucrezia. All’epoca c’era anche un altro giovane in campo che con gli anni è diventato la chioccia di tutto il gruppo, oltre che un punto di riferimento importantissimo per tutta la società. Si tratta di Emanuele Bussoletti, 32 anni, una vita in biancoverde.

“Quest’anno la società ha fatto sacrifici enormi, faremo di tutto per ripagarla” annuncia il capitano. E’ la parola di uno che lo scorso gennaio ha festeggiato le 400 presenze con i falchetti. E se lo dice lui, c’è da fidarsi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 agosto 2007 - 5186 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV