Sicurezza al pronto soccorso, il Comune è pronto a dare il suo contributo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sulla questione sicurezza al pronto soccorso dell’ospedale di Jesi, il Comune è pronto a dare il suo contributo. Non in maniera diretta, visto che le competenze sono in mano all’Asur e alla Questura di Ancona ma in Municipio non vogliono certo restarsene con le mani in mano.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


“Mi impegno fin da subito – promette l’assessore alla Sanità Bruna Aguzzi – ad informarmi sulla questione di modo da riuscire ad esercitare, come Comune, una pressione sul territorio in maniera pertinente, sollecitando le figure competenti e trovando tutte le sinergie possibili e gli interventi da attuare”.

Anche se il Comune non era tra i destinatari della petizione firmata da tutto il personale – infermieri e dottori – della struttura del viale, la Aguzzi, alla notizia della richiesta di aiuto dopo i ripetuti casi di minacce verbali e fisiche, vuole approfondire al vicende e verificare se ci sono gli spazi per sollecitare gli organi competenti.

“Direttamente – spiega l’assessore – non abbiamo poteri su chi deve inserire più pattuglie o su chi deve aumentare la vigilanza. Capisco che i lavoratori operano in condizioni di stress: talvolta è la stessa natura del pronto soccorso che porta ad una casistica di varia umanità al suo interno. Occorre però studiare il sistema più efficace per risolvere questa situazione”.

Già col nuovo Murri la situazione potrebbe migliorare: si ipotizza che con una struttura più distante dal centro, quindi meno accessibile, gli arrivi meno necessari, i codici bianchi, che potrebbero essere tranquillamente gestiti dal medico di famiglia, subirebbero un drastico calo. Ciò significherebbe minori tempi di attesa, voce direttamente proporzionale ad alcuni casi di insofferenza da parte dei pazienti. Nella nuova struttura inoltre sarà possibile prevedere accorgimenti e migliorie, su indicazione degli stessi lavoratori, per una maggiore tutela della loro incolumità. Ma il trasloco è previsto per agosto 2009.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 agosto 2007 - 1115 letture

In questo articolo si parla di





logoEV