Apiro: presentato il XXXVII festival internazionale del folklore Terranostra

30/11/-0001 -
Nella sala Raffaello della Regione Marche, è stato presentato ieri mattina “Terranostra”, Festival Internazionale del Folclore, che si svolge ad Apiro dall’8 al 15 agosto 2007, organizzato dall’Associazione Culturale e Folcloristica Urbanitas, in collaborazione con il Comune di Apiro.

dal Comune di Apiro
www.comune.senigallia.an.it


Per Apiro questo Festival una manifestazione di eccezionale valore culturale e sociale – ha detto Settimio Novelli, Sindaco di Apiro – vedere insieme culture diverse è fondamentale per la società di oggi”.
Le manifestazioni di buon livello come questa – ha sottolineato Mario Mariotti, assessore alla Cultura della Comunità Montana del San Vicino – aiutano a crescere il territorio nel suo complesso, grazie alla spettacolarità dell’arte e della tradizione, Terranostra ha avuto risultati positivi, che speriamo siano un traino per le istituzioni”.

I gruppi ospiti provengono da Croazia, Guadalupa (per la prima volta in Italia), Messico, Russia, Spagna, Togo e Venezuela.
Terranostra è il festival più antico delle Marche, nato negli anni sessanta dalla festa della polenta, poi la passione del paese lo ha trasformato in ciò che è oggi. – ha raccontato Fernando De Rose, presidente del Festival - Il trait d’union tra i gruppi ospiti ed Apiro è proprio il gruppo Urbanitas, che tanto ha contribuito a far conoscere il folclore marchigiano nel mondo. Terranostra è un’esperienza unica ed intensa, auguro a tutti buona permanenza”.

Il coordinatore artistico del Festival, Federico Ciattaglia, presidente del gruppo Urbanitas, è entrato nei dettagli della manifestazione. “In Terranostra cerchiamo di proporre il folclore in modo originale – spiega – predisponendo programmi adatti alle diverse fasce di pubblico. Serate di approfondimento in cui gli appassionati possono conoscere nel dettaglio costumi e tradizioni dei gruppi ospiti sono quelle dal 9 al 12 agosto, in cui i gruppi si alternano sul palco di piazza Baldini. Il nostro orgoglio è la Festa Paesana del 13 agosto, quando i gruppi scendono dal palco e coinvolgono il pubblico, che può accostarsi al folclore in modo confidenziale, gustando anche i piatti tipici preparati dagli ospiti”.

Terranostra non è solo internazionale, il 14 agosto diventa una vetrina per la tradizione artigianale e dei prodotti tipici locali, con la mostra mercato Arte Terra, che giunta alla seconda edizione si svolge dalle 18 alle 24 presso la pista di pattinaggio. “Abbiamo selezionato le eccellenze del territorio – spiega il coordinatore Luciano Rossolini – per dare visibilità alla ruralità e avere una diversa visuale culturale del nostro territorio, grazie all’interscambio con i gruppi ospiti”.

Gli appuntamenti più sentiti del Festival sono la serata di apertura, l’8 agosto che inizia con l’Inno alla Gioia e le esibizioni di tutti i gruppi, molto partecipata la Festa Paesana dedicata ai sapori dal mondo, la mostra mercato Arte Terra, e la giornata finale, che inizia al mattino con la messa cantata a cui partecipano tutti i gruppi, per concludersi a mezzanotte con uno splendido spettacolo di fuochi d’artificio.

Programma





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2007 - 2312 letture

In questo articolo si parla di