Castelbellino: Il fado, l’anima in una guitarra

2' di lettura 30/11/-0001 -
Nuovo appuntamento promosso dal Sistema museale della Provincia di Ancona.

dal Sistema Museale Prov. Ancona


L’occasione è “Castelbellino Arte", una rassegna d’arte, giunta quest’anno alla XVII edizione, che si svolge a Castelbellino nell’ultima settimana di luglio e nella prima di agosto, con l’intento di promuovere manifestazioni artistiche di portata regionale e nazionale (pittura, musica, poesia, teatro, cinema, danza) ed incontri culturali.

L’appuntamento conclusivo è domenica 5 agosto alle ore 17.30 con la presentazione del libro di Lorenzo Verdolini “La Trama Segreta”, introdotto dalla prof.ssa Patrizia Rosini. Subito dopo c’è l’opportunità di visitare il Museo Civico allestito all’interno della neoclassica Villa Coppetti, ex dimora gentilizia dei marchesi Pianetti di Jesi, costruita tra la fine del ‘700 ed i primi decenni dell’800 e la mostra d’arte della pittrice Patrizia Calovini.

Il museo comprende una piccola ma significativa raccolta di dipinti provenienti dalla chiesa di Santa Maria del Capoluogo, assieme ad alcuni reperti archeologici rinvenuti presso la Cappella del cimitero. Dopo la cena presso l’osteria Tamburo Battente sarà possibile assistere, con posti prenotati, al concerto di chiusura “Il Fado, l’anima in una guitarra!”, musica con Marco Poeta alla chitarra portoghese, Paolo Galassi alla chitarra classica. Il Fado è una espressione speciale, erede dell’anima e del cuore, della nostalgia, della tristezza e, insieme, dell’allegria.

E’ una musica di interpretazione interiore, tutt’uno con il fondo più profondo dell’animo umano. Il recanatese Marco Poeta è l’unico musicista non portoghese, a livello europeo, ad essere riconosciuto e considerato un vero fadista dai portoghesi.

Prenotazione obbligatoria al numero verde 800.439392 entro le ore 13.00 di sabato.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 agosto 2007 - 1018 letture

In questo articolo si parla di





logoEV