Jesi D'Estate: presentato in extremis il calendario delle manifestazioni

3' di lettura 30/11/-0001 -
In ritardo e ridotto all’osso ma alla fine ecco JesiEstate. Il programma di appuntamenti per l’estate jesina, coprirà agosto e settembre con qualche appuntamento di cinema, qualcosina di musica, spettacoli teatrali, manifestazioni organizzate da fuori che faranno tappa in città.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


“Abbiamo cercato di recuperare in fretta – spiega il sindaco Fabiano Belcecchi – ma non tutti i mali vengono per nuocere perché abbiamo messo in moto una città”.

L’idea è quella di coinvolgere ulteriormente associazioni, circoscrizioni e commercianti già dal prossimo autunno per la programmazione dell’intero arco dell’anno facendo di JesiEstate un appuntamento fisso all’interno di una più ampia progettazione culturale.

Altra novità, il cinema all’aperto. Quest’anno saranno proiezioni video gratuite che si terranno i piazza della Repubblica nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì. Si parte già da stasera con “Manuale d’amore” alle 21.30. Ad organizzare la rassegna l’associazione Collarte che promette già da ora “di lavorare fin da ottobre per la prossima stagione per far sì che Jesi ritrovi il suo cartellone di iniziative” spiega il presidente Matteo Secchi.

Tolto il cinema, il calendario già scarno, si dimezza. Il Monsano Folk Festival porta in dote altre 4 date, il Festival Pergolesi Spontini, una con replica (“Adriano in Siria” venerdì 7 e domenica 9 settembre al Pergolesi). L’Agorà dei giovani infine ne presenta tre: la festa d’accoglienza del 29 agosto al PalaTriccoli con il concerto dei Vincanto, lo Spiritual Festival del 31 con cantautori, artisti di strada, band musicali e giocolieri a partire dalle 19 e il concerto di Joshua Blakesley il 31 in piazza della Repubblica.

E il resto? Due spettacoli in vernacolo in piazza delle Monnighette: “E chi ce bada alla badante” (il 25 alle 21.15) e “Chi maneggia ‘l mele se licca i didi” (il 2 agosto, stesso orario). E qualche concerto. Matthew Lee suonerà in piazza della Repubblica il 14 settembre mentre è previsto un ulteriore concerto, ma non è stato ancora confermato, per il 15: a suonare sarà probabilmente l’Ensamble du Cinema, gruppo che ripropone le colonne sonore del grande schermo. Infine due appuntamenti “istituzionali”: l’inaugurazione della fontana di piazza Federico II il primo settembre e il raduno nazionale dei Bersaglieri (8 e 9 settembre).

Belcecchi però guarda avanti. “Questa è un’esperienza che deve far ragionare – osserva il sindaco – non è il Comune che deve organizzare tutto ma deve riuscire a mettere a frutto le varie collaborazioni che nascono dalla città. La prossima programmazione dovrà cercare di convogliare quella tante iniziative ora slegate tra loro, anche riavviando un discorso costruttivo con i commercianti del centro storico. Oggi abbiamo risposto ad un’esigenza in emergenza. Lavorando per tempo riusciremo a dare qualità e quantità”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 agosto 2007 - 1525 letture

In questo articolo si parla di