Quantcast

Jesi è Jesi: un movimento al servizio della gente

2' di lettura 30/11/-0001 -
E’ intenzione del Movimento Democratico “Jesi è Jesi” avviare nei mesi di ottobre e novembre una campagna d’ascolto dei vari quartieri per cercare di far nostre le esigenze dei cittadini ed elaborarle sottoforma di proposta politica in Consiglio Comunale.

da Matteo Marasca
Capogruppo Movimento Democratico


A breve sarà ultimata la programmazione degli incontri e a breve verrà resa pubblica.
E’ nostro dovere ascoltare i cittadini in particolare in vista di importanti appuntamenti come il Bilancio di Previsione 2008 e il piano delle Opere Pubbliche.
Vogliamo sperimentare il c.d. Bilancio Partecipato, visto e considerato che l’attuale maggioranza è troppo impegnata a spartirsi vergognosamente assessorati e incarichi nei Consigli d’Amministrazione.

Il nostro Movimento e la nostra coalizione rappresenta l’altrà metà della città e sentiamo nostro il compito di non deludere i nostri elettori, con loro vogliamo costruire una città e un paese migliore. Il Sindaco Belcecchi dopo aver subito una sconfitta politica rilevante alle elezioni amministrative e per una manciata di voti essersi garantito una scivolosa poltrona da primo cittadino, non ha compreso le ragioni di una protesta che continuerà attraverso i rappresentanti più coerenti e seri presenti in Consiglio Comunale.

I nostri elettori devono essere fieri di un Movimento come il nostro che per vincere non ha fatto accordi con la destra, ma ha trovato consensi per i contenuti che ha sempre portato avanti; che non si svende per inseguire gloria e potere nel Partito Democratico; che ha come unico desiderio quello di rendere semplice e trasparente il rapporto tra cittadini e politica.
Mettiamo il nostro impegno e la nostra passione a sostegno della battaglia contro gli interessi personali in politica e contro la voglia assoluta di potere, in poche parole contro l’attuale sistema politico che governa la città.

Non è serio nemmeno chi si mostra incoerente sulle proprie scelte come Forza Italia che vuole stare sempre con chi vince e trae il massimo profitto da questo comportamento ballerino.
Non è serio nemmeno chi svende le proprie convinzioni e i propri progetti per una poltrona in Giunta, come è stato Sorana e come potrebbe essere Rifondazione Comunista.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 settembre 2007 - 924 letture

In questo articolo si parla di





logoEV