Quantcast

Tenta di violentare una commessa, arrestato un marocchino

1' di lettura 30/11/-0001 -
I Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno arrestato un cittadino marocchino A.R., ventiquattro anni, clandestino per tentata violenza sessuale.

di Giulia Mancinelli
redazione@viverejesi.it


L’uomo aveva seguito una commessa impiegata un esercizio commerciale del centro storico che dopo la chiusura dei negozi stava rientrando a casa.

L'extracomunitario prima ha cercato di infastidire la donna con degli apprezzamenti, successivamente, complice il buio e l’assenza di gente, l’ha spinta verso il muro cercando di denudarla. La vittima ha opposto una forte resistenza riuscendo a respingere l’uomo. La ragazza ha cominciato ad urlare riuscendo a prendere il proprio cellulare minacciando di chiamare i Carabinieri.

A quel punto il marocchino è fuggito a piedi per le vie del centro mentre la ragazza, piuttosto scossa, ha allertato il 112 . Immediatamente i Carabinieri sono giunti sul posto e dopo aver ricevuto una descrizione dell’aggressore si sono messi alla ricerca dell’uomo, catturato dopo una breve collutazione.

L’uomo, infatti, alla vista dei militari ha opposto resistenza, prima cercando di sfuggire e poi aggredendo i Carabinieri che sono riusciti ad ammanettarlo. Il marocchino, clandestino, oltre che di tentata violenza sessuale dovrà anche rispondere di resistenza a pubblico ufficiale.

I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che il marocchino da alcuni giorni si aggirava attorno al negozio dove lavora la donna.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 novembre 2007 - 1608 letture

In questo articolo si parla di