Quantcast

Volley: In Coppa Italia la Monteschiavo è inarrestabile

3' di lettura 30/11/-0001 -
Continua il cammino vincente della Monte Schiavo Banca Marche nel girone B della Fase 1 di Coppa Italia.
Al PalaTriccoli supera nettamente Castellana Grotte che all’andata aveva strappato un set (l’unico perso finora) a Togut e compagne.

dalla Monteschiavo BancaMarche Volley
www.vms-volley.com


Coach Abbondanza ripristina l’asse Marcelle - Togut, inserisce al centro Cella al fianco di Calloni e schiera Negrini in banda con Rinieri. Libero Puerari. Radogna manda in campo Dalia palleggiatrice, Quaranta opposta, Zanotti e Vinciarelli al centro, Roani ed Elisangela schiacciatrici di posto quattro. Libero Sansonna.

Dopo l’iniziale equilibrio, la Monte Schiavo stacca le avversarie al primo time-out tecnico (8-6) e poi allunga fino all’11-7.
Calloni e compagne crescono in battuta e, con una buona ricezione, attaccano con buona efficacia (ha il l’attacco jesino 53% mentre ha il 38% quello barese). La Monte Schiavo gestisce senza problemi il vantaggio (19-14 e 22-16), trovando in Negrini un’arma in più: alla prima occasione la schiacciatrice chiude il set (nel quale risulta la migliore realizzatrice con 6 punti).

Nel secondo, Abbondanza manda al centro Rinieri e Cella in posto quattro. Dopo un buon avvio jesino (8-6 e 10-7), Castellana Grotte si ritrova, ben ispirata dal trio Quaranta – Elisangela – Zanotti, e pareggiato il conto a quota 11, allunga fino al 14-17. La Monte Schiavo riesce a limitare gli errori e mette a segno un ottimo break che la rimette in carreggiata: 19-17.

Si lotta punto a punto fino al 21-21. Cella e Togut lanciano la volta finale. Radogna chiama time-out sul 23-21.
Zanotti accorcia le distanze (23-22) ma la Monte Schiavo non si distrae e con Calloni conquista il primo set-ball.
Quaranta tiene in partita Castellana ma Cella, con un pallonetto bel assestato chiude le ostilità.

Nel terzo, la Monte Schiavo prende rapidamente il largo, con Cella che torna al centro e Rinieri in banda con Negrini. Al secondo time-out tecnico le jesine sono avanti 16-10 e poco dopo Radogna usa la sua seconda sospensione sul 20-13.
Castellana si affida alla generosa Quaranta quando il divario in campo ormai ha segnato le sorti della gara (23-16).
Le baresi rimontano fino al 23-20. Padua, entrata al posto di Togut, conquista il primo match-ball. Quaranta ed una invasione del muro jesino riportano le ospiti in scia sul 24-22, quando Rinieri chiude la partita con una bella conclusione da posto quattro.

MONTE SCHIAVO BANCA MARCHE JESI – FLORENS CASTELLANA GROTTE 3-0

MONTE SCHIAVO BANCA MARCHE:
Togut 17, Bedin, Negrini 14, Rinieri Dennis 11, Marcelle 4, Padua 2, Calloni 8, Cella 7, Puerari L. All. Abbondanza

FLORENS:
Bellapianta n.e., Quaranta 15, Sestini 1, Elisangela 9, Dalia 4, Roani 5, Vinciarelli 3, Zanotti 6, Sansonna L, Natali, Quadri n.e., Bortolozzi 5. All. Radogna

ARBITRI: Puletti e Piersanti di Perugia

PARZIALI: 25-18, 25-23, 25-22

NOTE: durata set: 22’, 25’, 27’; Monte Schiavo: attacco 51%, battute errate 7, battute vincenti 1, ricezione 77% (perfetta 53%), muri 3. Florens: attacco 39%, battute errate 7, battute vincenti 1, ricezione 57% (35%), muri 8. Spettatori 1000.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 novembre 2007 - 1003 letture

In questo articolo si parla di